Al servizio delle popolazioni da 60 anni, la DSC si evolve e si adatta

Berna, 02.09.2021 - Il Servizio di assistenza tecnica, predecessore dell’attuale Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC), è stato creato nel 1961. In 60 anni, l’agenzia di cooperazione svizzera ha affrontato molte sfide, ma anche contribuito a molti progressi. In occasione di questo anniversario, la DSC organizza una presentazione online del lavoro della cooperazione internazionale della Svizzera con la partecipazione del consigliere federale Ignazio Cassis.

Negli ultimi sei decenni le sfide sono notevolmente cambiate. Per affrontarle, la DSC –  che fa parte del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) – ha costantemente sviluppato e adattato le proprie strategie e i propri strumenti. La sua azione, che inizialmente si concentrava sulla costruzione di infrastrutture, si ispira oggi all’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, che comprende gli aspetti economici, sociali e ambientali.

La DSC applica una politica mirata con uno spirito di partenariato, come previsto dalla Strategia di cooperazione internazionale 2021–2024. Le attività della DSC si concentrano soprattutto sulla promozione di una crescita economica sostenibile, sulla lotta ai cambiamenti climatici, sull’obiettivo di salvare vite e alleviare le sofferenze nonché sulla promozione della pace e dello Stato di diritto. Le sfide da affrontare nell’ambito della cooperazione internazionale stanno diventando sempre più complesse. Non solo si è accentuata la natura multidimensionale della povertà, ma ci sono problemi globali che richiedono risposte su scala mondiale con partenariati innovativi, come ha dimostrato la pandemia di COVID-19. La DSC rimane flessibile e si adatta per farvi fronte.

Il 9 settembre 2021 la DSC organizzerà una presentazione di due ore (dalle 13.00 alle 15.00) per illustrare le attività che svolge in tutto il mondo. Si tratta di un evento interattivo e online che consentirà di farsi un’idea del lavoro realizzato sia presso la sede della DSC a Berna sia nei diversi Paesi in cui quest’ultima è attiva, per esempio in Nepal, Mali, Macedonia del Nord e Perù. Sarà anche un’occasione per partecipare a un dibattito con il consigliere federale Ignazio Cassis, capo del DFAE, e con Patricia Danzi, direttrice della DSC. Si potranno inoltre porre domande a esperte e esperti impiegati ai quattro angoli del globo, che risponderanno in diretta.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-84958.html