Un commiato e un benvenuto: al Bernerhof il consigliere federale Ignazio Cassis mette in evidenza la complementarità tra le generazioni al DFAE

Berna, 31.08.2021 - Il consigliere federale Ignazio Cassis ha invitato a una cerimonia al Bernerhof alcune collaboratrici e alcuni collaboratori che hanno raggiunto l’età della pensione e rappresentanti del personale di nuova nomina nelle tre diverse carriere del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE). Al centro dell’evento, la condivisione delle esperienze e la complementarità generazionale.

«Un commiato e un benvenuto: oggi vogliamo unire simbolicamente questi due gesti. Alcune vecchie volpi stanno per lasciarci, ma giovani svegli sono pronti a prendere il loro posto. Un circolo virtuoso garantito solo quando si mettono in contatto le generazioni», ha dichiarato il consigliere federale Cassis all’apertura della cerimonia bernese.

Per il secondo anno consecutivo, Ignazio Cassis ha voluto riunire ambasciatrici e ambasciatori prossimi alla pensione e giovani collaboratrici e collaboratori che prenderanno il loro posto in una delle tre carriere del DFAE: «Diplomazia», «Cooperazione internazionale» e «Affari consolari, gestione e finanze».

Dalla guerra fredda a un mondo multipolare
«Il mondo è cambiato dall’epoca in cui i meno giovani tra di voi hanno iniziato la loro carriera», ha ricordato.  Si è passati dalla guerra fredda e dagli sconvolgimenti seguiti alla caduta del muro di Berlino a un mondo multipolare con nuove forme di insicurezza e crisi che non conoscono confini.

«La strategia di politica estera affronta tutte queste sfide in modo proattivo. Ognuna e ognuno di voi, con il proprio diverso profilo e la propria personale esperienza, può contribuire ad attuare questa strategia nell’interesse della Svizzera ai quattro angoli del globo», ha aggiunto.

Il Dipartimento incentiva la molteplicità dei talenti e delle esperienze con l’obiettivo di massimizzare il potenziale delle tre carriere. Espressione di questa volontà è il nuovo programma di sviluppo «ONE EDA» rivolto alle collaboratrici e ai collaboratori idonei ad assumere posizioni direttive.

Complementarità generazionale
Tutte le persone che hanno partecipato alla cerimonia hanno potuto approfittare dell’occasione per scambiare opinioni, condividere esperienze e fare domande. Le nuove leve hanno espresso la propria gioia per il nuovo capitolo della loro vita che sta per iniziare. Ma hanno anche manifestato un grande rispetto per i compiti che dovranno affrontare. «Cominciamo ad assumerci delle responsabilità, ma possiamo sempre contare sull’esperienza di chi è venuto prima di noi. E ne siamo molto consapevoli», ha detto la giovane diplomatica Julia Stricker. Riferendosi a Peter Burkhard (attualmente ambasciatore della Svizzera in Ungheria) e a Olivier Chave (ambasciatore della Svizzera in Uzbekistan) ha infine aggiunto che si augura di poter dire a sua volta, quando andrà in pensione, di essere stata all’altezza delle grandi aspettative riposte in lei.

L’attuazione della politica estera svizzera si basa sia su documenti strategici, che guidano le azioni del nostro Paese e derivano tutti dalla Strategia di politica estera 2020–2023, sia sul lavoro di persone qualificate e competenti. A Berna e presso le rappresentanze all’estero il DFAE può contare su circa 6000 collaboratrici e collaboratori. Quest’anno sono 29 le persone entrate a far parte del Dipartimento nelle tre carriere: «Diplomazia», «Cooperazione internazionale» e «Affari consolari, gestione e finanze».


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-84917.html