Riuscito il referendum contro la modifica del 19 marzo 2021 della legge COVID-19

Berna, 17.08.2021 - Il referendum contro la modifica del 19 marzo 2021 della legge federale sulle basi legali delle ordinanze del Consiglio federale volte a far fronte all’epidemia di COVID-19 (Legge COVID-19) (Casi di rigore, assicurazione contro la disoccupazione, custodia di bambini complementare alla famiglia, operatori culturali, eventi) è riuscito.

L'8 luglio 2021 tre distinti comitati referendari hanno depositato complessivamente 187 239 firme contro la modifica del 19 marzo 2021 della legge federale sulle basi legali delle ordinanze del Consiglio federale volte a far fronte all’epidemia di COVID-19 (Legge COVID-19).

In virtù dell'articolo 2 della legge COVID-19 (RS 818.102), i comitati hanno avuto la possibilità di depositare firme prive dell'attestazione del diritto di voto. Su un totale di 187 239 firme presentate, 5 401 erano corredate dell'attestazione. Tale agevolazione ha carattere provvisorio
e si applica alle domande di referendum contro gli atti legislativi del Parlamento la cui pubblicazione nel Foglio federale non sia posteriore al 31 luglio 2021 (è quanto prevede l'ordinanza COVID-19 attestazione del diritto di voto; RS 161.17).

Secondo l’ordinanze COVID-19 attestazione del diritto di voto, la Cancelleria federale può trasmettere ai servizi competenti (di norma i Comuni), per farle attestare, tante liste die firme quante sono necessarie per constatare la riuscita del referendum. Procuratasi le attestazioni
di parte delle restanti firme, la Cancelleria federale ha accertato la validità di 74 469 firme, constatando la riuscita del referendum.

Conformemente a quanto deciso il 30 giugno 2021 dal Consiglio federale, la modifica della legge COVID-19 sarà quindi posta in votazione il 28 novembre 2021.


Indirizzo cui rivolgere domande

Beat Furrer
Cancelleria federale
058 465 02 45
beat.furrer@bk.admin.ch


Pubblicato da

Cancelleria federale
http://www.bk.admin.ch/index.html?lang=it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-84731.html