COVID-19 in Thailandia: la Svizzera invia 26 tonnellate di materiale medico a Bangkok

Berna, 28.07.2021 - La Svizzera sostiene la Thailandia nella lotta contro la pandemia di COVID-19. Questo mercoledì l’Aiuto umanitario della Confederazione ha inviato a Bangkok un centinaio di respiratori e oltre un milione di test antigenici. L’aiuto coincide con un viaggio del consigliere federale Ignazio Cassis nel Sud-Est asiatico, che lo porterà anche in Thailandia.

Alla luce della preoccupante situazione medico-sanitaria in Thailandia, l’Aiuto umanitario della Confederazione ha deciso di sostenere questo Paese nella lotta contro la pandemia di COVID-19.

Questo mercoledì un aereo cargo Swiss diretto a Bangkok è decollato da Zurigo con a bordo oltre 26 tonnellate di materiale medico proveniente da scorte della Farmacia dell’esercito e dell’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), che hanno messo a disposizione rispettivamente un centinaio di respiratori e un milione di test antigenici. Il valore del materiale si aggira intorno ai 9 milioni di franchi.

Il materiale medico sarà preso in consegna a Bangkok dalle autorità thailandesi. L’Ambasciata di Svizzera in Thailandia è in stretto contatto con le autorità del Paese per garantire che gli aiuti siano distribuiti in modo equo e secondo i bisogni, conformemente ai principi umanitari.

Il volo dell’Aiuto umanitario della Confederazione, che fa parte del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), coincide con un viaggio del consigliere federale Ignazio Cassis nel Sud-Est asiatico (dal 1° al 6 agosto), che lo porterà anche in Thailandia. Una cerimonia ufficiale di consegna del materiale inviato dalla Svizzera è prevista il 2 agosto a Bangkok in presenza di Ignazio Cassis.

Il cargo inviato oggi in Thailandia è la settima fornitura di beni umanitari che, dallo scorso maggio, la Svizzera destina a un Paese straniero per sostenerlo nella lotta contro la pandemia di COVID-19. Infatti, l’Aiuto umanitario della Confederazione ha già spedito materiale (respiratori, concentratori e materiale di protezione) in Indonesia (24 luglio), Tunisia (16 luglio), Mongolia (12 luglio), Sri Lanka (7 giugno), Nepal (21 maggio) e India (6 maggio). La Svizzera segue da vicino l’evoluzione della situazione sanitaria mondiale in relazione alla COVID-19 ed è pronta a fornire il proprio sostegno nella misura del possibile e in funzione delle richieste.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel. Servizio di comunicazione: +41 58 462 31 53
Tel. Servizio stampa: +41 58 460 55 55
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE


Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

Segreteria generale del DDPS
https://www.vbs.admin.ch/

Aggruppamento Difesa
http://www.vtg.admin.ch

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-84556.html