Lotta contro la pandemia – una sfida per la protezione dei dati e la trasparenza

Berna, 29.06.2021 - L’anno esaminato dal rapporto è stato contrassegnato dalla pandemia di COVID-19. In veste di autorità di vigilanza per la protezione dei dati l’IFPDT ha controllato un elevato numero di progetti digitali per combattere la pandemia; invece, in veste di organo di mediazione per le domande di accesso ai sensi della legge sulla trasparenza si è adoperato per mediare tra l’esigenza della popolazione di comprendere le misure contro la pandemia decise dallo Stato e il compito prioritario dell’Amministrazione federale di attuarle.

Lotta alla pandemia mediante applicazioni digitali

L’attività di vigilanza nel settore della protezione dei dati si è concentrata su applicazioni statali e private di lotta alla pandemia quali la SwissCovid App, il certificato Covid, la piattaforma lemievaccinazioni.ch e il SocialPass. Come indicano le nostre comunicazioni su questi progetti, l’elaborazione e l’eliminazione di carenze importanti dal punto di vista della protezione dei dati si sono rivelate una sfida, soprattutto quando è stato necessario aprire procedimenti formali contro i gestori privati delle applicazioni, come successo per gli ultimi due progetti menzionati. Infatti i procedimenti devono essere svolti celermente al fine di garantire una protezione tempestiva della popolazione.

Esigenza di trasparenza

Una parte importante delle domande di accesso a documenti ufficiali ha riguardato la pandemia: per questo motivo è trattata in modo separato nel rapporto. Tenendo conto dell’onere particolare che alcuni organi federali hanno dovuto affrontare nella lotta alla pandemia, l’Incaricato si è adoperato per prolungare i termini nel quadro della sua attività di mediazione nei confronti dei giornalisti. Dietro sua raccomandazione l’Ufficio federale della sanità pubblica ha differito domande di accesso riguardanti l’acquisto di vaccini al fine di tutelare gli interessi economici della Svizzera.

La nuova legge sulla protezione dei dati è in dirittura d’arrivo – le sfide aumentano

Secondo le previsioni, la revisione totale della legge federale del 25 settembre 2020 sulla protezione dei dati entra in vigore nella seconda metà del 2022 insieme alla relativa ordinanza di esecuzione. L’IFPDT si sta occupando degli adeguamenti necessari (fogli informativi, portale di notifica, emolumenti ecc.). Dato il progredire della digitalizzazione, anche dopo l’entrata in vigore della nuova legge l’IFPDT deve concentrare la propria attività di vigilanza su violazioni di rilevanza sistemica della protezione dei dati da parte di organi svizzeri incaricati di trattare i dati. Con ogni probabilità non sarà tuttavia in grado di soddisfare pienamente tutte le aspettative sul disbrigo di richieste individuali.

Il rinnovo della decisione di adeguatezza della Commissione europea è ancora in sospeso.

Il 28° rapporto d’attività 2020/2021 dell’IFPDT può essere scaricato in versione digitale dal sito www.edoeb.admin.ch 

Avviso per i giornalisti:

L’Incaricato Adrian Lobsiger e Caroline Gloor Scheidegger, responsabile dell’Ambito direzionale Affari internazionali, come anche Daniel Dzamko, responsabile dell’Ambito direzionale Protezione dei dati, sono a disposizione dei giornalisti per interviste. Conformemente alle disposizioni di protezione, le interviste sono vietate nel foyer del Centro media. Le richieste di intervista devono essere indirizzare a info@edoeb.admin.ch possibilmente prima della conferenza stampa.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio informazione dell’Incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza (IFPDT), tel. 058 464 94 10, info@edoeb.admin.ch


Pubblicato da

Incaricato federale della protezione dei dati e per la trasparenza
http://www.edoeb.admin.ch/index.html?lang=it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-84210.html