Dal 2024 set di caratteri unico per tutti i registri di persone

Berna, 12.05.2021 - All’inizio del 2024 sarà introdotto in tutti i registri di persone della Svizzera un set di caratteri unico, affinché possano essere riprodotti, con poche eccezioni, tutti i caratteri speciali delle lingue europee. Questo è quanto ha deciso il Consiglio federale nella sua seduta del 12 maggio 2021. Ha incaricato i dipartimenti responsabili di modificare di conseguenza le basi legali e avviare i necessari adeguamenti tecnici.

A tutt'oggi determinati caratteri speciali di altre lingue, come ad esempio l'accento acuto sulla lettera c della lingua croata, non possono essere rilevati in diversi registri di persone delle Svizzera. Di conseguenza i nomi che contengono questo carattere speciale non possono essere rilevati così come sono scritti nella lingua corrispondente. Di conseguenza anche il passaporto e altri documenti ufficiali riportano questi nomi senza tali caratteri spesso con il disappunto degli interessati.

Nel suo parere sull'interpellanza 16.3717 "Chi intende acquisire la cittadinanza svizzera deve poter scegliere liberamente come scrivere il proprio nome", il Consiglio federale definisce la situazione insoddisfacente, sottolineando comunque che occorre trovare una soluzione non solo nell'ambito dello stato civile, ma anche per tutti i registri comunali, cantonali e federali. Questo perché il registro dello stato civile è collegato a una molteplicità di altri registri come il sistema d'informazione sui documenti d'identità (ISA), il registro AVS e i registri comunali e cantonali degli abitanti. Ampliare le possibilità per il rilevamento di caratteri speciali solamente nel registro dello stato civile, comprometterebbe lo scambio automatico di dati tra i vari registri di persone.

Set di caratteri del sistema d'informazione centrale sulla migrazione come standard unico

Un gruppo di lavoro composto da rappresentanti di Comuni, Cantoni e uffici federali ha analizzato la situazione e individuato possibili soluzioni. Il gruppo raccomanda di passare a uno standard unico per tutti i registri di persone della Svizzera. Il Consiglio federale ha ora seguito questa raccomandazione e ha deciso di fissare dal 2024 come standard unico per tutti i registri di persone sottoposti alla legge sull'armonizzazione dei registri, il set di caratteri (ISO 8859-1 + Latin Extended-A) finora utilizzato soltanto dal sistema d'informazione centrale sulla migrazione. Tutti gli altri sistemi dell'Amministrazione federale che riportano nomi di persona devono poter elaborare questo set di caratteri. Questo set contiene, con poche eccezioni, tutti i caratteri speciali delle lingue europee che utilizzano l'alfabeto latino; definendolo come standard unico è possibile soddisfare nel modo più ampio possibile le esigenze dei cittadini interessati.

Ancora da fissare la procedura per adeguare la grafia dei nomi

Gli adattamenti tecnici dei vari registri possono essere effettuati entro l'inizio del 2024 nell'ambito dei progetti ordinari di aggiornamento. La modalità del passaggio dal vecchio al nuovo standard come anche la procedura, e gli eventuali emolumenti ad essa connessi, con la quale una persona può richiedere l'adeguamento della grafia del suo nome, vanno ancora definiti nelle ordinanze corrispondenti. Il Consiglio federale ha chiesto ai dipartimenti responsabili di avviare i lavori necessari.


Indirizzo cui rivolgere domande

Daniela Schär, Ufficio federale di polizia
T +41 58 465 72 31


Pubblicato da

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-83497.html