Migliorare i processi digitali nel registro di commercio

Berna, 28.04.2021 - Unificare i servizi informatici dei registri cantonali di commercio non serve né agli utenti né al miglioramento della qualità dei dati. È la conclusione di uno studio esterno di cui ha preso conoscenza il Consiglio federale nella seduta del 28 aprile 2021. Il Consiglio federale rinuncia pertanto a lanciare un progetto di infrastruttura a tale proposito. Vuole invece far verificare entro fine 2022 come migliorare i processi nell'ambito del registro di commercio.

Nell'aprile del 2018 il Controllo federale delle finanze (CDF) ha verificato l'attendibilità dei dati del registro di commercio e ne ha esaminato l'organizzazione. Su tale base ha formulato dieci raccomandazioni in gran parte già attuate da Confederazione e Cantoni.

In primo piano vi è la raccomandazione di esaminare a medio termine come semplificare l'ambiente informatico del registro di commercio. Secondo il CDF, un'applicazione informatica uniforme per tutti i registri cantonali del commercio sarebbe più efficiente, ottimizzerebbe i costi e migliorerebbe il trattamento dei dati.

In base a tale raccomandazione, l'Ufficio federale di giustizia ha fatto effettuare una verifica esterna della necessità di unificare l'ambiente informatico. Né i Cantoni né gli utenti ritengono ragionevole unificare i sistemi informatici cantonali del registro di commercio. In particolare non è ritenuto necessario un unico software per garantire l'uniformità e l'affidabilità dei dati depositati. Dopo che nemmeno nelle deliberazioni parlamentari sulla modernizzazione del registro di commercio è emersa una volontà politica di sviluppare un'applicazione informatica unica, il Consiglio federale nella seduta del 21 aprile 2021 ha deciso di rinunciare a una tale ingerenza nell'autonomia organizzativa dei Cantoni.

Lo studio esterno ha tuttavia rivelato che vi sono possibilità di miglioramento nell'ambito dei processi relativi al registro di commercio. Il Consiglio federale vuole sottoporre questa questione un esame approfondito. Ha pertanto incaricato il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di sottoporgli un progetto al riguardo entro la fine del 2022.


Indirizzo cui rivolgere domande

Merve Gün, Ufficio federale di giiustizia, T +41 58 484 55 25, merve.guen@bj.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-83281.html