Protezione del clima: Simonetta Sommaruga all’incontro sul clima di John Kerry

Berna, 23.04.2021 - Oggi la consigliera federale Simonetta Sommaruga ha partecipato alla tavola rotonda organizzata dall'inviato speciale USA per il clima John Kerry. L'incontro si è tenuto in occasione del «Leaders Summit on Climate», a cui il presidente statunitense Joe Biden aveva invitato 40 capi di Stato. Al centro delle discussioni l'inasprimento degli obiettivi climatici delle maggiori economie mondiali e i vantaggi derivanti dalle misure di protezione del clima. La consigliera federale Sommaruga accoglie con favore il nuovo obiettivo climatico degli USA. Durante la tavola rotonda ha sottolineato che per la prossima Conferenza ONU sui cambiamenti climatici COP26 la Svizzera auspica la definizione di regole di mercato incisive per i progetti di protezione del clima realizzati all'estero. Simili regole garantirebbero la tutela dell'ambiente e dei diritti umani.

Su invito del presidente USA Joe Biden, il 22 e il 23 aprile 2021 si è tenuto il «Leaders Summit on Climate», in forma virtuale. Per la Svizzera, il 23 aprile la Consigliera federale Simonetta Sommaruga ha partecipato alla tavola rotonda organizzata dall'inviato speciale USA per il clima John Kerry. Un tema importante dell'incontro sono stati i vantaggi economici legati alla protezione del clima. L'abbandono del petrolio, del gas e di altre energie fossili e il potenziamento di tecnologie innovative e delle energie rinnovabili creano numerosi nuovi posti di lavoro.

All’incontro, gli USA hanno annunciato il loro nuovo obiettivo climatico: riduzione del 50-52 per cento delle emissioni di gas serra entro il 2030 rispetto al 2005 e un saldo netto delle emissioni pari a zero entro il 2050. La consigliera federale Sommaruga ha espresso soddisfazione per il rientro degli Stati Uniti nell'Accordo di Parigi. Ha dichiarato la sua approvazione per il loro nuovo obiettivo climatico e ha ribadito l'importanza che tutti i Paesi fissino obiettivi ambiziosi. Per il rafforzamento della protezione del clima, la Svizzera punta sulla legge sul CO2, che verrà sottoposta a voto popolare il prossimo 13 giugno. La revisione della legge si basa su incentivi finanziari, innovazione e progresso tecnologico, determinando di conseguenza nuove commesse e posti di lavoro a lungo termine.

La consigliera federale Sommaruga si è espressa anche in merito alla prossima Conferenza ONU sui cambiamenti climatici COP26. A questo riguardo ha richiamato l'attenzione sulla necessità di regole incisive per i meccanismi di mercato previsti nell'Accordo di Parigi, affinché i progetti di protezione climatica realizzati all'estero rispettino natura e diritti dell'uomo e si impedisca il doppio conteggio delle riduzioni di emissioni conseguite. Nell'autunno 2020 la Svizzera ha firmato accordi per la protezione del clima innovatori con Perù e Ghana, in cui viene garantito il rispetto di questi criteri.

Al summit sul clima erano stati invitati i 40 capi di Stato e di governo dei Paesi con le più alte emissioni di gas serra e anche di singoli Paesi con obiettivi particolarmente ambiziosi oppure particolarmente minacciati dal cambiamento climatico.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio stampa DATEC, tel. +41 58 462 55 11



Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-83227.html