Assicurazione contro la disoccupazione 2020: nessun debito grazie ai fondi federali

Berna, 09.04.2021 - Il conto annuale 2020 dell’assicurazione contro la disoccupazione (AD) si è chiuso con un’eccedenza di 145 milioni di franchi e senza registrare debiti. Questo risultato è da attribuire all’assunzione da parte della Confederazione dei costi record del lavoro ridotto causati dalla crisi COVID-19. Nel 2021 l’AD dovrà affrontare altre sfide dovute alla crisi in corso. Anche se la Confederazione dovesse continuare a farsi carico delle indennità per lavoro ridotto (ILR), si assisterà probabilmente a un nuovo indebitamento.

Il fondo di compensazione dell’assicurazione contro la disoccupazione (AD) ha chiuso l’esercizio 2020 con 18,99 miliardi di franchi di entrate (2019: 8,06) e 18,85 miliardi di uscite (2019: 6,50). L’eccedenza è ammontata a 0,14 miliardi di franchi (2019: 1,56 miliardi). La media annuale dei disoccupati registrati presso l’AD si è attestata a quota 145 720, equivalente a un tasso del 3,1 per cento (2019: 106 932; 2,3 %).

Conto 2020: il fondo non ha contratto debiti
I 10,78 miliardi di franchi destinati alle ILR sono stati coperti dalla Confederazione con un contributo straordinario, senza il quale a fine 2020 il limite di debito legale del fondo AD sarebbe stato nettamente superato. Ciò avrebbe comportato un aumento dei contributi salariali a partire dal 1° gennaio 2021 nonché l’obbligo per il Consiglio federale di elaborare una riforma per il finanziamento dell’AD. La Confederazione ha stanziato questo contributo straordinario per evitare un aumento dei contributi salariali nell’attuale situazione economica e per mantenere la funzione di stabilizzatore congiunturale dell’AD. In questo modo l’AD non ha contratto debiti.
Al momento della pubblicazione del presente comunicato stampa la revisione del conto annuale non è ancora stata effettuata dal Controllo federale delle finanze e il conto annuale deve ancora essere approvato formalmente dal Consiglio federale.

Crisi del coronavirus 2021: nuovo indebitamento
A causa del persistere della crisi COVID-19, nel 2021 le spese dell’assicurazione contro la disoccupazione rimarranno elevate, specialmente per le indennità di disoccupazione e le indennità per lavoro ridotto. Anche se la Confederazione dovesse continuare a farsi carico delle ILR, è prevedibile un nuovo indebitamento dovuto alla crescente disoccupazione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Segreteria di Stato dell'economia SECO
Holzikofenweg 36
CH-3003 Berna
tel. +41 58 462 56 56
fax +41 58 462 56 00



Pubblicato da

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-83018.html