ERSS 19: la Svizzera è preparata a una minaccia terroristica persistente

Berna, 13.01.2021 - Nella sua seduta del 13 gennaio 2021 il Consiglio federale ha preso atto del rapporto finale sull’esercitazione della Rete integrata Svizzera per la sicurezza 2019 (ERSS 19). La gestione di una situazione di minaccia terroristica nel quadro dell’ERSS 19 ha funzionato bene sul piano operativo. Il rapporto finale presenta tuttavia anche alcune raccomandazioni per la Confederazione e i Cantoni. Il Consiglio federale ha quindi deciso di attuare queste raccomandazioni sul piano federale.

L’esercitazione tenutasi dall’11 al 13 novembre 2019 in tutto il Paese intendeva verificare la capacità della Svizzera di gestire una minaccia terroristica persistente e gli aspetti critici in tale contesto. Hanno partecipato all’ERSS 19 nel quadro della Rete integrata Svizzera per la sicurezza (RSS) circa 2000 quadri di 70 stati maggiori di Confederazione e Cantoni.

Al termine, il direttore dell’esercitazione, l’ex consigliere di Stato Hans-Jürg Käser, in collaborazione con gli organi coinvolti, ha redatto il rapporto finale che illustra i risultati della fase concernente i rapporti sulla situazione e dell’esercitazione quadro di stato maggiore.

15 raccomandazioni per la Confederazione e i Cantoni

L’ERSS 19 ha mostrato che il livello operativo di una situazione di minaccia terroristica funziona bene. L’esercitazione ha però anche portato alla luce punti deboli nella gestione delle crisi che sono stati integrati in 15 raccomandazioni all’attenzione del Consiglio federale e delle conferenze specialistiche cantonali, ossia della Conferenza delle direttrici e dei direttori dei dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (CDDGP) e della Conferenza governativa per gli affari militari, la protezione civile e i pompieri (CG MPP). Il Consiglio federale chiede di attuare otto raccomandazioni del cui coordinamento sono responsabili organi federali. I Cantoni hanno già preso atto del rapporto in occasione dell’assemblea autunnale della CDDGP del 12 novembre 2020 e dell’assemblea plenaria della CG MPP del 30 novembre 2020 e vogliono anch’essi attuare le raccomandazioni di loro competenza.

Ad esempio bisognerà creare processi di condotta vincolanti a livello intercantonale presso i corpi di polizia nonché ordini operativi unitari. Inoltre la comunicazione di crisi a livello politico in una situazione di crisi nazionale dovrà essere integrata in una prossima esercitazione. Un’altra raccomandazione si prefigge di sviluppare ulteriormente il quadro della situazione strategica integrale con una condensazione di tutte le situazioni settoriali e di standardizzarlo per tutti i tipi di crisi. 

Pianificazione globale per le future esercitazioni entro la metà del 2021

Il Consiglio federale e le due conferenze specialistiche cantonali, CDDGP e CG MPP, saranno informati annualmente in merito allo stato di attuazione delle raccomandazioni. Inoltre, entro la metà del 2021, verrà sottoposta al Governo una pianificazione globale per le prossime grandi esercitazioni che terrà conto dei risultati dell’ERSS 19 e delle conoscenze acquisite con la gestione della pandemia di COVID-19.


Indirizzo cui rivolgere domande

Carolina Bohren
Portavoce del DDPS
+41 58 467 00 24



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale del DDPS
https://www.vbs.admin.ch/

Rete integrata Svizzera per la sicurezza
https://www.svs.admin.ch/it/home.html

Aggruppamento Difesa
http://www.vtg.admin.ch

Servizio delle attività informative della confederazione
http://www.ndb.admin.ch

UFPP - Ufficio federale della protezione della popolazione
http://www.bevoelkerungsschutz.admin.ch/

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-81940.html