Dopo anni di negoziati, è stata trovata una soluzione per l’importazione di carne condita

Berna, 26.08.2020 - Il 26 agosto 2020 il Consiglio federale ha varato la nuova norma relativa alla carne condita applicabile a partire dal 1° gennaio 2021. È il risultato di anni di negoziati di conciliazione con i partner commerciali.

A dicembre 2015 il Parlamento aveva accolto l’iniziativa parlamentare 10.426 «Abolizione della tariffa doganale preferenziale per l’importazione di carne aromatizzata» che chiedeva di applicare per la carne cruda, condita, come ad esempio le bistecche di manzo marinate, le aliquote di dazio decisamente più elevate per la carne fresca invece di quelle più basse previste per le preparazioni di carne. Questa modifica è stata attuata dal Consiglio federale il 1° luglio 2016.

L’applicazione delle aliquote di dazio più elevate per la carne condita ha causato la violazione da parte della Svizzera dei suoi obblighi in seno all’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) e ha dato adito a contestazioni presso l’OMC da parte dei Paesi di origine delle importazioni della carne condita. Pertanto la Svizzera ha dovuto negoziare compensazioni con i Paesi interessati nel quadro della cosiddetta procedura di deconsolidamento onde evitare che questi applicassero dazi sulle esportazioni svizzere come contromisura. Con l’ordinanza varata dal Consiglio federale la Svizzera aumenta correttamente le aliquote di dazio per la carne cruda, condita di cui alla legge sulla tariffa delle dogane adeguandole a quelle per la carne fresca.

A titolo di compensazione la Svizzera incrementa i suoi obblighi per il contingente doganale «carne rossa» di 1200 tonnellate, di cui riserva un quantitativo minimo di 600 tonnellate per l’importazione di carne di manzo salata, condita già tagliata per la fabbricazione di carne secca e che non può essere utilizzata per altro scopo. In tal modo si riducono al minimo le ripercussioni sul mercato svizzero della carne fresca. La compensazione non comporterà maggiori importazioni.

Grazie alla decisione del Consiglio federale del 26 agosto 2020 il nuovo contingente doganale parziale per la carne di manzo condita potrà essere messo all’asta già nel 2021 in tranche mensili. La decisione deve essere ancora approvata dal Parlamento. Volge così al termine un’intensa fase di negoziati e consultazioni durata anni. 


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DEFR
info@gs-wbf.admin.ch,
+41 58 462 20 07


Pubblicato da

Amministrazione federale delle dogane
http://www.ezv.admin.ch

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-80182.html