Raccolta di legname svizzero in calo nel 2019 dopo il picco eccezionale dell’anno precedente

Neuchâtel, 16.07.2020 - Il volume (4,6 milioni di metri cubi) di legname raccolto nel 2019 è diminuito complessivamente dell’11% rispetto a quello dell’anno precedente. Nel 2018 la raccolta di legname aveva registrato un marcato aumento, riconducibile all’infestazione da bostrico tipografo, alla siccità estiva e ai danni provocati dalle tempeste invernali. Il raccolto del 2019 è rientrato così nella media degli ultimi anni (2015–2017). Questo sviluppo è dovuto anche al calo delle normali operazioni di taglio del bosco pianificate, e ciò a causa dell’utilizzo di legname danneggiato e del persistere dei bassi prezzi del legname. È quanto emerge dalla statistica forestale dell’Ufficio federale di statistica (UST) e dalla rete di aziende forestali (RAF) dell’Ufficio federale dell'ambiente (UFAM).

Il presente comunicato stampa e ulteriori informazioni sul tema sono reperibili sulla pagina Internet dell'UST (link sotto)


Indirizzo cui rivolgere domande

Arthur Zesiger, UST, Sezione Struttura e analisi economiche, tel.: +41 58 463 62 00, e-mail: Arthur.Zesiger@bfs.admin.ch
Matthias Biolley, UFAM, Divisione Foreste, Sezione Economia del legno e economia forestale, tél.: +41 58 485 08 69, e-mail: Matthias.Biolley@bafu.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale di statistica
http://www.statistica.admin.ch

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-79862.html