Il DDPS migliora le procedure nell’ambito dell’acquisto di armamenti

Berna, 15.06.2020 - Lo scorso anno la consigliera federale Viola Amherd ha commissionato un’analisi esterna con l’obiettivo di migliorare le procedure di acquisto di armamenti. I risultati e le raccomandazioni elaborati dalla Deloitte SA e da un gruppo di accompagnamento sono ora disponibili. Il DDPS procederà a un’attuazione graduale di tali raccomandazioni, migliorando ulteriormente le procedure di acquisto di armamenti. Il ruolo del Parlamento nell’ambito dell’orientamento strategico dell’esercito sarà rafforzato.

Il capo del DDPS, la consigliera federale Viola Amherd, si è posta l’obiettivo di migliorare le procedure di acquisto di armamenti. Dopo una prima analisi interna condotta lo scorso anno, nell’autunno del 2019 ha commissionato anche un’analisi esterna per verificare se e come fosse possibile migliorare le procedure di acquisto. Soprattutto nel caso del materiale d’armamento ad elevato contenuto tecnologico, sussiste il rischio che i sistemi risultino già obsoleti quando vengono introdotti presso la truppa.

Analisi esterna ad ampio raggio

L’analisi è stata affidata in primo luogo alla Deloitte SA, una delle aziende più importanti al mondo nell’ambito del management e della consulenza strategica nonché esperta a livello internazionale nel settore dell’acquisto di armamenti. La Deloitte SA ha presentato un rapporto con tre raccomandazioni chiave e altri cinque suggerimenti.

In secondo luogo un gruppo di accompagnamento composto da persone esterne all’amministrazione ha esaminato i risultati della Deloitte SA e formulato altre raccomandazioni. Il gruppo di accompagnamento era composto da Adrian Amstutz (ex consigliere nazionale), Dominique Andrey (comandante di corpo a riposo), Armin Berchtold (CEO del gruppo Securitas e vicepresidente della Commissione dell’armamento), Corina Eichenberger (ex consigliera nazionale), Fritz Gantert (presidente della STA), Lukas Hupfer (direttore del think tank foraus) e Andreas Wenger (direttore del CSS al PF di Zurigo).

Attuazione graduale

Nel complesso i risultati e le raccomandazioni della Deloitte mostrano che i processi attuali presentano molti punti positivi, anche nel confronto internazionale. Allo stesso tempo, dall’analisi è emerso che le procedure di acquisto odierne possono essere rese più efficienti soprattutto in termini di tempistiche, qualità e costi.

Il capo del DDPS ha ora assegnato il mandato di procedere all’attuazione delle raccomandazioni nei prossimi mesi.

Rafforzato il ruolo strategico del Parlamento

Una delle raccomandazioni chiave della Deloitte SA, pienamente condivisa anche dal gruppo di accompagnamento, mira a rafforzare il ruolo del Parlamento nell’ambito dell’orientamento strategico dell’esercito. Il modello attuale prevede che il Consiglio federale solleciti ogni anno al Parlamento, attraverso il messaggio sull’esercito, crediti d’impegno per beni d’armamento. In futuro il Consiglio federale intende invece coinvolgere maggiormente il Parlamento a un livello superiore. Concretamente, una volta per ogni legislatura, unitamente al limite di spesa per l’esercito il Parlamento sarebbe chiamato a occuparsi della questione di come l’esercito debba adempiere i propri compiti a medio e lungo termine. L’alta vigilanza resta garantita dal momento che il Parlamento può continuare a intervenire sugli acquisti nel quadro del preventivo annuale con piano integrato dei compiti e delle finanze.

Questo adeguamento rafforza il Parlamento nel suo ruolo di guida strategica dell’orientamento dell’esercito a medio e lungo termine. Un approccio di questo tipo migliora inoltre la flessibilità e l’agilità nell’ambito dei progetti di acquisto.

Una svolta simile può essere attuata solo gradualmente e grazie a una stretta collaborazione con le commissioni parlamentari competenti. Un primo scambio di vedute con le commissioni della politica di sicurezza ha già avuto luogo. A seconda degli esiti dei prossimi colloqui, il Consiglio federale potrebbe presentare per la prima volta un messaggio sull’orientamento dell’esercito già in vista della legislatura 2023–2027.

Migliore visione d’insieme dei singoli progetti

Le altre due raccomandazioni chiave formulate dalla Deloitte SA saranno attuate all’interno del DDPS. Si tratterà di gestire meglio i progetti di acquisto rispetto a quanto avviene con gli attuali organi di coordinamento tra l’Aggruppamento Difesa e armasuisse. È inoltre necessaria una migliore visione d’insieme dei progetti in corso, spesso interdipendenti.

Le unità organizzative che utilizzeranno il materiale o il sistema saranno inoltre maggiormente coinvolte dopo l’approvazione dei progetti. Il fatto di doversi assumere maggiori responsabilità garantirà che i progetti vengano attuati come previsto dal punto di vista del contenuto, delle tempistiche e delle risorse finanziarie, realizzandone così pienamente gli obiettivi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Lorenz Frischknecht
Sost. capo Comunicazione del DDPS / Portavoce del DDPS
+41 58 484 26 17



Pubblicato da

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

UFPP - Ufficio federale della protezione della popolazione
http://www.bevoelkerungsschutz.admin.ch/

Armasuisse
http://www.ar.admin.ch/

Aggruppamento Difesa
http://www.vtg.admin.ch

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-79450.html