Terremoto in Albania: La Svizzera estende l’aiuto umanitario

Berna, 03.12.2019 - Le scosse di assestamento continuano. Nell’area di Tirana e Durazzo la squadra di pronto intervento dell’Aiuto umanitario della DSC si sta impegnando su tre fronti. Mentre gli esperti e le esperte verificano la stabilità delle case danneggiate, sta iniziando la distribuzione degli aiuti e viene avviato il piano di sostegno finanziario per la popolazione dei Comuni colpiti.

Il terremoto della notte del 26 novembre 2019, con epicentro a circa 10 chilometri a nord della città portuale di Durazzo, ha avuto una magnitudo di 6,4, ha causato all’incirca 50 vittime e reso inagibili un gran numero di edifici pubblici e privati rimasti in piedi ma la cui sicurezza e stabilità è incerta. Migliaia di persone si trovano in condizioni precarie e non possono condurre una vita normale.

La squadra di pronto intervento della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) comprende anche personale esperto in ingegneria strutturale e civile, che ha iniziato a ispezionare le case danneggiate già il giorno successivo al terremoto. Nel frattempo, le città di Durazzo e Kruja sono state oggetto di numerosi studi in stretta collaborazione con ingegneri albanesi. Finora, più di 2500 persone hanno beneficiato di questi aiuti, che proseguono giorno dopo giorno.

Numerosi sfollati sono stati accolti da parenti e amici, ma molti altri hanno urgente bisogno di un tetto: il DFAE ha quindi deciso di inviare beni di prima necessità, tra cui 100 tende invernali, 400 letti e 1200 coperte e teloni che saranno distribuiti nelle zone rurali delle regioni di Alessio e Durazzo. Inoltre, saranno forniti letti e coperte alle persone che hanno trovato rifugio in alloggi collettivi. Presto sarà anche avviato un progetto per fornire sostegno finanziario alle persone bisognose in uno dei Comuni più colpiti.

L’impegno dell’Aiuto umanitario in Albania è sostenuto dall’organizzazione umanitaria Helvetas e fa leva sull’esperienza pluriennale dell’Ambasciata di Svizzera e dell’Ufficio di cooperazione. La loro rete di contatti e le loro relazioni con il Governo albanese, basate sulla fiducia reciproca, hanno permesso di reagire rapidamente alla catastrofe. Vista la situazione, la Svizzera è pronta ad adeguare alcuni aspetti del programma di cooperazione e al riguardo ha già contattato le autorità albanesi.

Nell’attuale crisi, l’Aiuto umanitario della DSC si concentra sulle persone colpite dei Comuni rurali, i cui mezzi di sussistenza sono legati alle zone in cui vivono e che dunque non hanno altra scelta se non quella di restarvi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE


Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-77358.html