Il Consiglio federale propone l’abolizione dei dazi doganali sui prodotti industriali

Berna, 27.11.2019 - Il Consiglio federale propone l’abolizione dei dazi doganali sui prodotti industriali per migliorare le condizioni quadro economiche delle imprese e favorire i consumatori. Il 27 novembre 2019 ha preso conoscenza dei risultati della procedura di consultazione e sottoposto al Parlamento il messaggio relativo alla misura proposta. L’abolizione dei dazi doganali sui prodotti industriali fa parte del pacchetto di misure adottate per contenere il livello dei prezzi in Svizzera.

La maggior parte dei partecipanti alla consultazione si è espressa senza riserve in favore dell’abolizione dei dazi doganali sui prodotti industriali (dazi industriali). In particolare sono stati rilevati i vantaggi che ne deriverebbero per le imprese grazie allo sgravio finanziario e amministrativo.

L’abolizione dei dazi industriali permetterà alle aziende in Svizzera di beneficiare di costi intermedi più bassi e di ridurre i costi di produzione. L’economia svizzera è strettamente legata alle catene globali del valore: perciò l’abolizione dei dazi industriali consentirà alle nostre imprese di essere più competitive. Nel complesso migliorerà l’efficienza degli scambi commerciali e aumenterà la concorrenza. Ne beneficeranno anche i consumatori, perché l’importazione di svariati beni di consumo è ancora soggetta a dazio. È il caso, ad esempio, di automobili, biciclette, prodotti per la cura del corpo, elettrodomestici, scarpe, tessili e abbigliamento. Sarà istituito un apposito monitoraggio affinché questi vantaggi vadano effettivamente a favore dei consumatori.

Nel 2018 i proventi doganali realizzati con i dazi industriali ammontavano a 560 milioni di franchi (inclusa l’imposta sugli autoveicoli e l’IVA); negli ultimi anni superavano mediamente i 500 milioni di franchi. Grazie agli effetti positivi che la misura avrà per l’economia in generale (quantificabili in circa 860 mio. CHF), e alla conseguente crescita delle attività economiche e commerciali, le minori entrate verranno parzialmente compensate dall’aumento degli introiti fiscali. L’abolizione dei dazi industriali rientra nel pacchetto di misure che il Consiglio federale aveva deciso il 20 dicembre 2017 per agevolare le importazioni e ridurre così i fattori di maggiorazione dei prezzi in Svizzera.

La decisione in merito all’abolizione dei dazi industriali spetta ora al Parlamento. Nel caso in cui venisse approvata entrerebbe in vigore il 1o gennaio 2022. L’abolizione dei dazi industriali consentirebbe inoltre di semplificare la parte della tariffa doganale relativa ai prodotti in questione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione SG-DEFR
058 462 20 07
Info@gs-wbf.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-77242.html