Modernizzazione della vigilanza nel 1° pilastro

Berna, 20.11.2019 - Il Consiglio federale intende modernizzare la vigilanza su AVS, prestazioni complementari (PC), indennità di perdita di guadagno (IPG) e assegni familiari nell’agricoltura. Il disegno di legge prevede il rafforzamento della vigilanza orientata ai rischi, l’ottimizzazione del governo d’impresa (governance) e il miglioramento della gestione strategica dei sistemi d’informazione del 1° pilastro. Nella sua seduta del 20 novembre 2019, il Consiglio federale ha preso atto dei risultati della procedura di consultazione sul progetto e ha adottato e trasmesso al Parlamento il messaggio concernente la modifica della legge sull'AVS.

La vigilanza sull’AVS è rimasta pressoché invariata dal 1948 e altrettanto vale per le IPG, le PC e gli assegni familiari nell’agricoltura. La vigilanza sull’assicurazione invalidità (AI) è invece stata completamente modernizzata nell’ambito della 5a revisione AI (2008). Per continuare a garantire la stabilità del sistema previdenziale, occorre fare altrettanto anche negli altri rami del 1° pilastro. Questo adeguamento alle sfide attuali risponde anche a una richiesta in tal senso del Controllo federale delle finanze. Per quanto riguarda il 1° pilastro, le modifiche di legge del Consiglio federale seguono tre linee d’azione principali.

Vigilanza moderna e orientata ai rischi

Nell’ambito dell’AVS, delle PC, delle IPG e degli assegni familiari nell’agricoltura, l’attuale vigilanza retrospettiva sarà sostituita da una vigilanza preventiva e orientata ai rischi. A tal fine gli organi esecutivi dovranno introdurre moderni strumenti di gestione e di controllo (gestione dei rischi e della qualità, sistema di controllo interno). Saranno inoltre precisati i compiti e le competenze dell’autorità di vigilanza.

Ottimizzazione della governance

Il progetto prevede l’introduzione nella legge dei principi di buon governo d’impresa e in particolare di requisiti in materia di indipendenza degli organi esecutivi, integrità dei responsabili e trasparenza nella presentazione dei conti. Queste modifiche garantiranno un’attuazione ineccepibile del 1° pilastro.

Miglioramento della gestione strategica e della vigilanza sui sistemi d’informazione

Gli organi esecutivi dovranno garantire la necessaria stabilità dei loro sistemi d’informazione, la sicurezza delle informazioni e la protezione dei dati. All’autorità di vigilanza sarà attribuita la competenza di stabilire requisiti minimi in materia di sicurezza delle informazioni e protezione dei dati. Inoltre, verrà disciplinato il finanziamento dello sviluppo e della gestione di sistemi d’informazione applicabili a livello nazionale. Infine, al Consiglio federale sarà attribuita la competenza di disciplinare lo scambio elettronico di dati tra gli assicuratori svizzeri nonché tra questi e le autorità federali. Questa disposizione sarà introdotta nella LPGA (legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali) e varrà dunque per tutti i rami delle assicurazioni sociali.

Misure di ottimizzazione mirate nel 2° pilastro

La vigilanza sugli istituti di previdenza della previdenza professionale (2° pilastro) è stata ridefinita nel 2012. La nuova organizzazione della vigilanza ha dato buoni risultati, ma può essere ottimizzata in alcuni settori. Il progetto prevede pertanto alcune misure di ottimizzazione mirate. In particolare, i compiti del perito in materia di previdenza professionale verranno precisati e, al fine di garantire l’indipendenza delle autorità di vigilanza regionali, i membri dei governi cantonali saranno esclusi dagli organi di vigilanza responsabili per esse.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
Settore Comunicazione
+41 58 462 77 11
kommunikation@bsv.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
http://www.ufas.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-77143.html