Ambiente: il Consiglio federale mette in vigore due modifiche di ordinanza

Berna, 27.09.2019 - Nella sua seduta del 27 settembre 2019, il Consiglio federale ha approvato due ordinanze: a seguito della revisione dell’ordinanza sugli emolumenti dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) i dati idrologici potranno ora essere ottenuti a titolo gratuito. Nell’ordinanza sull’utilizzazione di organismi in sistemi chiusi (ordinanza sull’impiego confinato) è stato rafforzato il tema della biosicurezza. Con questo termine si intende la protezione di persone, animali e ambiente contro l’utilizzazione abusiva di organismi patogeni o nocivi. Entrambe le modifiche entrano in vigore il 1° gennaio 2020.

La revisione dell’ordinanza sugli emolumenti dell’UFAM armonizza e semplifica l’acquisizione dei dati. L’acquisizione dei dati idrometrici di ogni tipo diventa così gratuita per tutti. L’UFAM può tuttavia riscuotere e calcolare emolumenti in base al tempo impiegato in caso di richiesta di dati la cui elaborazione implica oneri particolari.

Revisione dell’ordinanza sull’impiego confinato

Nell’ordinanza sull’impiego confinato è stato ora integrato un nuovo elenco di criteri per la classificazione degli organismi alloctoni invasivi. Tale elenco serve per valutare se l’organismo alloctono può rappresentare un pericolo, ad esempio se diffuso in modo incontrollato. In caso affermativo, l’utilizzazione di questi organismi richiede misure di sicurezza supplementari persino in sistemi chiusi quali laboratori o serre. Le disposizioni sono destinate alle persone nelle aziende che utilizzano organismi alloctoni.

L’ordinanza prevede inoltre semplificazioni volte ad accelerare l’identificazione della presenza di organismi in situazione eccezionali. Per guadagnare tempo prezioso, ad esempio in caso di epidemia, una prima diagnosi dell’organismo patogeno dovrà poter già essere effettuata al di fuori di un sistema chiuso purché non sussista alcuna minaccia per le persone, gli animali e l’ambiente. L’ordinanza previene infine i rischi di utilizzazione a scopo abusivo di organismi pericolosi. Le aziende che utilizzano organismi con rischio medio-alto devono ora esaminare se la loro attività potrebbe essere oggetto di abuso. In caso affermativo, le aziende devono adottare misure di sicurezza supplementari e comunicare eventuali sospetti alle autorità cantonali e federali.

Nella sua seduta del 27 settembre 2019, il Consiglio federale ha approvato entrambe le ordinanze fissandone l’entrata in vigore al 1° gennaio 2020.


Indirizzo cui rivolgere domande

Sezione Media, UFAM, tel. +41 58 462 90 00



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-76551.html