L'UFT ordina misure per eliminare i difetti alle porte dei treni FFS e per migliorarne l'individuazione

Berna, 23.08.2019 - L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) esige che le FFS adottino provvedimenti per garantire il corretto funzionamento delle porte sulle carrozze CU IV. L'impresa ferroviaria deve migliorare quanto prima la segnalazione in cabina di guida dello stato di chiusura delle porte e sostituire a medio termine il comando delle stesse. L'UFT dispone inoltre un audit esterno dettagliato sui processi di manutenzione del materiale rotabile. La decisione dell'Ufficio si basa sul rapporto intermedio del Servizio d'inchiesta sugli infortuni (SISI) e sui risultati dei controlli avviati dalle stesse FFS.

Sul tragico incidente verificatosi a inizio agosto a Baden, in cui un controllore delle FFS ha perso la vita dopo essere rimasto incastrato in una porta di una carrozza del tipo CU IV, il Servizio d'inchiesta svizzero sugli infortuni (SISI) ha avviato un'indagine. Nel rapporto intermedio, pubblicato mercoledì scorso e rivolto all'Ufficio federale dei trasporti (UFT), sono contenute due raccomandazioni, che l'UFT attua come segue.

  • Nella sua indagine il SISI ha riscontrato il rischio che le porte delle carrozze CU IV, collegate in parallelo, vengano segnalate al macchinista erroneamente come chiuse. Il Servizio d'inchiesta consiglia all'UFT di chiedere che le FFS adeguino il sistema. L'Ufficio esige che entro fine ottobre l'impresa modifichi il sistema in modo tale da indicare al macchinista lo stato corretto delle porte.
  • Il SISI ha inoltre rilevato casi di malfunzionamento della protezione antincastro delle porte CU IV e raccomanda all'UFT di disporne la sostituzione con un sistema più affidabile da parte delle FFS.
  • L'UFT ordina alle FFS di presentare entro fine ottobre un piano scadenzato per la sostituzione del comando delle porte sulle carrozze CU IV e di esaminare e attuare nel frattempo misure sostitutive a livello operativo.
  • Le FFS devono inoltre verificare i rischi nel processo di preparazione dei treni.

Nell'ambito di un controllo straordinario delle porte CU IV, condotto dopo l'incidente, le FFS hanno accertato la presenza di oltre 300 difetti, che pur non presentando tutti la stessa rilevanza in termini di sicurezza, sono comunque numerosi. Secondo l'UFT v'è da chiedersi come mai queste non siano state individuate durante l'ordinaria attività di manutenzione e controllo. A complemento delle misure raccomandate dal SISI, l'Ufficio ingiunge perciò alle FFS di sottoporre la propria struttura organizzativa e procedurale per la manutenzione dei rotabili all'esame di un organo esterno. Oltre a questo audit esterno, per il quale sono tenute a presentare entro fine ottobre all’UFT un apposito mansionario e scadenzario, le FFS devono verificare se simili rischi sono riscontrabili anche su tipi di rotabili analoghi.

Indagini sugli incidenti nei trasporti pubblici
Il Servizio d'inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI) è un'autorità federale indipendente incaricata di condurre indagini su incidenti ed eventi pericolosi nel traffico ferroviario, aereo e nella navigazione. Il SISI indaga non solo le cause dirette di tali eventi, ma anche i loro motivi più profondi e altri rischi a essi correlati. Sulla base delle informazioni ottenute formula raccomandazioni all'attenzione delle competenti autorità preposte alla vigilanza sulla sicurezza, che dopo averle esaminate e valutate emanano le decisioni del caso all'indirizzo delle imprese di trasporto, controllandone l'attuazione.

Oggi pomeriggio il Direttore dell'UFT Peter Füglistaler e alcuni specialisti di sicurezza dell'UFT saranno a disposizione per domande e interviste.
L'incontro con la stampa avrà luogo alle ore 14.00 presso la sede dell'UFT, Mühlestrasse 6, 3063 Ittigen (annunciarsi in portineria).


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-76153.html