La convenzione di sicurezza sociale con il Kosovo entrerà in vigore il 1° settembre 2019

Berna, 29.07.2019 - La convenzione di sicurezza sociale tra la Svizzera e il Kosovo entrerà in vigore il 1° settembre 2019. Essa coordina i sistemi di sicurezza sociale dei due Stati contraenti per quanto riguarda la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità e disciplina in particolare il pagamento delle rendite all’estero.

Sul piano del contenuto, l’accordo corrisponde alle altre convenzioni di sicurezza sociale concluse dalla Svizzera ed è conforme ai pertinenti standard internazionali. La nuova convenzione coordina in particolare la previdenza per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità degli Stati contraenti, vale a dire l’AVS e l’AI in Svizzera.
Essa garantisce un’ampia parità di trattamento tra gli assicurati e regola l’esportazione delle rendite. Inoltre, prevede una base per la collaborazione nella lotta agli abusi.

In futuro, quindi, i cittadini del Kosovo riceveranno nuovamente le rendite AVS e AI, pur risiedendo all’estero. Potranno richiederle soltanto se dal 1° aprile 2010 non hanno beneficiato di alcun rimborso dei contributi versati. Il diritto alle prestazioni nasce al più presto con l’entrata in vigore della convenzione, che non ha dunque effetto retroattivo.

Per maggiori informazioni sulla presentazione di una richiesta si rimanda alla scheda informativa dell’UFAS (vedi Links).


Indirizzo cui rivolgere domande

Doris Malär
Ambito Affari internazionali/Settore Convenzioni
Ufficio federale delle assicurazioni sociali UFAS
doris.malaer@bsv.admin.ch

tel. +41 58 462 85 00



Pubblicato da

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
http://www.ufas.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-75929.html