Il Consiglio federale adotta il pacchetto per la riduzione delle emissioni di gas serra dell'Amministrazione federale

Berna, 03.07.2019 - Nella sua seduta del 3 luglio 2019, in linea con la Strategia energetica 2050, il Consiglio federale ha deciso di ridurre maggiormente le emissioni di gas serra dell'Amministrazione federale. Ha quindi adottato il «pacchetto clima per l'Amministrazione federale» che prescrive l'orientamento per ulteriori misure sul traffico aereo, il parco veicoli e il settore degli edifici. Il Consiglio federale si prefigge di ridurre, entro il 2030, le emissioni di gas serra dell'Amministrazione federale in Svizzera del 50 per cento rispetto al 2006 e quelle del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) di almeno il 35 per cento rispetto al 2001. Il resto verrà compensato mediante certificati di riduzione delle emissioni. L'Amministrazione federale in questo modo adempie maggiormente alla sua funzione esemplare per la riduzione delle emissioni di gas serra.

Dal 1999 nell'Amministrazione federale civile è in funzione il sistema di gestione delle risorse e del management ambientale dell’Amministrazione federale (RUMBA) e nel Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) il sistema di gestione dell’ambiente e dell’assetto territoriale (SGAA DDPS). Inoltre, l'Amministrazione civile, insieme al settore dei PF e ad altre aziende parastatali e cantonali, è impegnata dal 2014 nell'ambito dell'iniziativa Energia esemplare della Confederazione (VBE) a favore di una gestione innovativa ed esemplare dell'energia. La Confederazione svolge così la funzione esemplare come deciso nell'ambito della Strategia energetica 2050.

Entro il 2030: Amministrazione federale neutrale dal punto di vista climatico

Con il «pacchetto clima per l'Amministrazione federale», viene rafforzato l'impegno verso la neutralità climatica. Il Consiglio federale ha stabilito i seguenti valori di riferimento:

  • entro fine 2030, l'Amministrazione federale civile e le sue unità decentralizzate, come ad esempio i PF, ridurranno le emissioni di gas serra del 50 per cento rispetto al 2006;
  • entro fine 2030, il DDPS (parte militare) ridurrà le emissioni di gas serra di almeno il 35 per cento rispetto al 2001;
  • le restanti emissioni di gas serra dell'Amministrazione federale civile e decentralizzata, nonché del DDPS, saranno interamente compensate entro il 2030 mediante certificati di riduzione delle emissioni conseguiti all’estero.

Orientamento delle misure del «pacchetto clima per l'Amministrazione federale»

Per l'attuazione del pacchetto clima, il Consiglio federale ricorre per lo più a misure già note che però vengono rafforzate. I servizi competenti sono stati incaricati di concretizzare di conseguenza l'attuazione queste misure. I servizi specializzati «RUMBA» e «SGAA DDPS» coordinano i lavori e ogni anno stilano un rapporto all'attenzione del Consiglio federale, il primo dei quali è atteso per fine 2021. Le misure riguardano i seguenti quattro ambiti: traffico aereo, parco veicoli, edifici e maggiore trasparenza dell'impegno a favore del clima.

Traffico aereo

I chilometri di volo sulle rotte europee a corto e medio raggio saranno ridotti (percorso di riduzione). Sui voli europei e intercontinentali si viaggerà maggiormente in classe Economy anziché in Business e le dimensioni delle delegazioni saranno ulteriormente ridotte. Entro fine 2019, il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC), il Dipartimento federale delle finanze (DFF) - nello specifico l’Ufficio federale del personale (UFPER) - e il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) trasmetteranno proposte in tal senso al Consiglio federale.

Parco veicoli

  • Entro fine 2020, il DDPS rivedrà la direttiva interna concernente il rispetto dei principi ecologici per l'acquisto e l'utilizzo di veicoli dell'Amministrazione con l'obiettivo di rinnovare il parco veicoli puntando maggiormente sui veicoli ad alta efficienza energetica. Nell'ambito delle nuove immatricolazioni, l'obiettivo è raggiungere una quota di almeno il 20 per cento di veicoli elettrici entro il 2022 (peso fino a 3,5 tonnellate).
  • Di norma, i requisiti per l'acquisto di automobili saranno un valore massimo di emissioni di CO2 pari a 95 g/km e l'appartenenza alle categorie di efficienza energetica A o B.

Edifici

  • Gli edifici amministrativi della Confederazione verranno dotati di stazioni di ricarica per veicoli elettrici. Il DFF, nello specifico l'Ufficio federale delle costruzioni e della logistica (UFCL), il DDPS, nello specifico l’Ufficio federale dell’armamento e il DATEC, nello specifico l'Ufficio federale delle strade (USTRA), entro metà 2020 presenteranno all'attenzione del Consiglio federale una strategia che contiene un piano di sviluppo con l’attribuzione di diverse priorità alle sedi e informazioni sui costi e sulle minori emissioni di CO2. Al momento del potenziamento dell'infrastruttura di ricarica, dovrà essere garantito un approvvigionamento elettrico da fonti rinnovabili.
  • Il DFF (UFCL), il DDPS e il DATEC (USTRA) elaboreranno entro metà 2020 una strategia sul risanamento degli edifici all'attenzione del Consiglio federale. Tale strategia illustrerà la pianificazione dei risanamenti energetici, i costi e la riduzione delle emissioni di CO2 e definirà i criteri per le deroghe. In Svizzera, l'obiettivo è risanare dal punto di vista energetico tutti gli edifici dell'Amministrazione federale. I valori limite di CO2 per m2 delle superfici energetiche di riferimento proposti nella revisione della legge sul CO2 dovranno essere sostanzialmente rispettati. In linea di principio, non verranno più installati nuovi riscaldamenti fossili e riscaldamenti elettrici fissi a resistenza. 
  • Già oggi l'Amministrazione federale acquista energia elettrica proveniente al 100 per cento da fonti rinnovabili, ma ne produce solo una piccola parte. In futuro, le superfici del tetto e delle facciate dell'Amministrazione federale verranno utilizzate per la produzione di energia elettrica e termica a partire da fonti rinnovabili. Il DFF (UFCL), il DDPS e il DATEC (USTRA) elaboreranno entro metà 2020 una strategia sull'utilizzo di tutte le superfici adeguate a tale scopo all'attenzione del Consiglio federale. La strategia contiene un piano di sviluppo concernente le superfici, i costi d'investimento, il consumo proprio e la riduzione delle emissioni di CO2.
  • I rappresentanti dei datori di lavoro della Commissione della Cassa di PUBLICA nominati dal Consiglio federale dovranno esigere che la Cassa pensioni della Confederazione (PUBLICA) verifichi regolarmente l'impatto ambientale dei propri investimenti patrimoniali e pubblichi il risultato di tale esame, per la prima volta a fine 2020.

Emissioni di gas serra da parte della Confederazione  

L'Amministrazione federale civile genera circa 40 000 tonnellate di CO2 equivalenti all'anno (stato: 2018). Il 53 per cento è da ricondurre ai viaggi aerei, il 21% al consumo di energia termica e il 15 per cento al consumo elettrico. Entro il 2018 le emissioni di gas serra sono diminuite di circa il 25 per cento rispetto al 2006 (senza compensazioni mediante certificati di riduzione delle emissioni).

Il DDPS genera circa 205 000 tonnellate di CO2 equivalenti all'anno (stato: 2018). Circa la metà delle emissioni provengono dal traffico aereo (Forze aeree e Servizio dei trasporti aerei della Confederazione), il 24 per cento dal traffico stradale, il 19 per cento dagli immobili e appena il 7 per cento dagli spostamenti dei militari. Quasi tutte le emissioni sono generate dalla parte militare del DDPS, solo circa il 2 per cento da quella civile (già coperta da RUMBA). Entro il 2018 le emissioni di gas serra si sono ridotte del 28 per cento rispetto al 2001 (senza compensazioni mediante certificati di riduzione delle emissioni).


Indirizzo cui rivolgere domande

Marianne Zünd, Capo Media e politica UFE, tel. +41 58 462 56 75, marianne.zuend@bfe.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Segreteria generale del DDPS
https://www.vbs.admin.ch/

Ufficio federale dell'energia
http://www.bfe.admin.ch

Armasuisse
http://www.ar.admin.ch/

Aggruppamento Difesa
http://www.vtg.admin.ch

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-75697.html