Il principio Cassis de Dijon viene rinforzato per le derrate alimentari

Berna, 03.07.2019 - Alla luce dei risultati emersi dalla consultazione, il 3 luglio 2019 il Consiglio federale ha deciso di realizzare la procedura di notifica proposta, esaminando la possibilità di semplificarla e di introdurre nuove deroghe al principio Cassis de Dijon. In questo modo l’Esecutivo intende rispondere alle preoccupazioni espresse dai partecipanti durante la consultazione. Questa decisione rientra nel contesto della politica di crescita del Consiglio federale. La misura permette di lottare contro l’«isola dei prezzi elevati» e gli oneri amministrativi.

Prima di poter essere commercializzate in Svizzera secondo il principio Cassis de Dijon, le derrate alimentari prodotte secondo prescrizioni tecniche straniere devono essere approvate dall'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria. Intenzionato a semplificare questa procedura, il Consiglio federale aveva posto in consultazione a dicembre 2017 un progetto che prevedeva di sostituire la procedura di autorizzazione con una procedura di notifica.

Alla luce dei risultati emersi dalla consultazione, il Consiglio federale ha deciso di realizzare la procedura di notifica elettronica, esaminando la possibilità di semplificarla. Il Consiglio federale valuterà inoltre l'ipotesi di introdurre nuove deroghe al principio Cassis de Dijon per quanto concerne le derrate alimentari. L'obiettivo è garantire per i generi alimentari il livello di sicurezza svizzero, soprattutto quando nell'UE mancano prescrizioni uniformi al riguardo.

La misura mira a lottare contro l'elevato livello dei prezzi in Svizzera. Secondo l'Ufficio federale di statistica, infatti, i prezzi delle derrate alimentari nel nostro Paese sono del 67 per cento più elevati rispetto alla media nell'UE.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DEFR, 058 462 20 07



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DEFR
http://www.wbf.admin.ch

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-75696.html