Il Consiglio federale avvia la consultazione per il messaggio sulla cultura 2021–2024

Berna, 29.05.2019 - In occasione della seduta del 29 maggio 2019 il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione sul messaggio concernente la promozione della cultura negli anni 2021–2024. Fondato sulla continuità, il nuovo messaggio punta a rafforzare gli assi d’azione introdotti nel periodo attuale. Al contempo, il Consiglio federale intende mettere in primo piano la trasformazione digitale nella promozione della cultura. La procedura di consultazione è aperta fino al venerdì 20 settembre 2019.

In materia di politica culturale il Consiglio federale punta sulla continuità. Mantiene quindi anche per il periodo 2021-2024 i tre assi d'azione strategici «partecipazione culturale», «coesione sociale» e «creazione e innovazione» introdotti nell'attuale quadriennio. Alcuni ambiti vengono tuttavia rafforzati.

A livello di partecipazione culturale è previsto un consolidamento del programma Gioventù e Musica. Il Consiglio federale introdurrà inoltre la promozione dei talenti musicali in collaborazione con i Cantoni e le organizzazioni musicali. Con queste misure dà seguito alla volontà espressa dal Popolo e dai Cantoni nel 2012 a favore del potenziamento della formazione musicale sulla base di una nuova disposizione costituzionale.

A livello di coesione sociale, invece, saranno intensificati gli scambi scolastici tra le comunità linguistiche e verrà messo in atto un programma di scambio per gli insegnanti. La Confederazione dovrebbe inoltre contribuire a una cultura della costruzione di qualità con misure adeguate.

Infine, a livello di creazione e innovazione, saranno mantenuti i modelli di cooperazione tra la cultura e il mondo dell'economia. Le esperienze di collaborazione che hanno visto partecipi l'industria, gli sviluppatori di videogiochi e i designer sono state proficue. Questo modello di sostegno per il design e i media interattivi sarà sviluppato da Pro Helvetia. Saranno inoltre incrementati i mezzi a disposizione del Museo nazionale svizzero.

La trasformazione digitale in primo piano
Pur mirando alla continuità, il Consiglio federale dedica particolare attenzione alla digitalizzazione.

La trasformazione digitale ha effetti su tutti gli ambiti e le istituzioni della cultura in termini di produzione, diffusione e conservazione. Il cinema risente particolarmente della crescita esponenziale delle piattaforme online. In futuro il Consiglio federale intende rendere più accessibile il patrimonio cinematografico svizzero.

Durante il periodo 2021-2024 il Consiglio federale porterà avanti la collaborazione con i Cantoni, le Città e i Comuni nel contesto del Dialogo culturale nazionale. Il programma di lavoro verrà discusso e concordato nel corso del 2020. La Confederazione dichiara inoltre il suo impegno per le pari opportunità tra uomo e donna e per una remunerazione adeguata degli attori culturali.

Il messaggio sulla cultura definisce l'orientamento strategico della politica culturale della Confederazione per il periodo 2021-2024. Il documento presenta gli obiettivi, le principali misure e le modalità di finanziamento dei vari ambiti di promozione dell'Ufficio federale della cultura, di Pro Helvetia e del Museo nazionale svizzero. Il progetto posto in consultazione prevede mezzi finanziari pari a 942,8 milioni di franchi per la sua realizzazione. La procedura di consultazione è aperta fino a venerdì 20 settembre 2019.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della cultura UFC, Comunicazione,
058 462 79 85
anne.weibel@bak.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DFI
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale della cultura
http://www.bak.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-75271.html