Apertura della procedura di consultazione sulle disposizioni d’ordinanza della riforma delle PC

Berna, 29.05.2019 - Dopo che il Parlamento ha approvato la riforma delle PC, occorre ora adeguare alla legge le disposizioni dell’ordinanza sulle prestazioni complementari all’assicurazione per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità (OPC-AVS/AI). Nella sua seduta del 29 maggio 2019, il Consiglio federale ha posto in consultazione la necessaria modifica d’ordinanza. L’entrata in vigore della riforma delle PC è prevista nel 2021.

Le modifiche d’ordinanza concernono in particolare la ripartizione dei Comuni in tre regioni per la pigione, l’adeguamento degli importi forfettari per le spese accessorie e di riscaldamento, la rinuncia a parti della sostanza, le spese per la custodia dei figli complementare alla famiglia e l’interruzione della dimora abituale in Svizzera.

Pigioni massime differenziate per regione e importo forfettario per le spese accessorie

Per il calcolo delle prestazioni complementari è riconosciuta quale spesa la pigione annua. La revisione di legge prevede la definizione di tre regioni (grandi centri, città e campagna), per le quali saranno previsti importi massimi diversi. Tutti i Comuni svizzeri saranno ripartiti nelle tre regioni. Una nuova disposizione dell’OPC-AVS/AI stabilisce che la ripartizione si baserà sulla ripartizione geografica riveduta dell’Ufficio federale di statistica. La ripartizione effettiva verrà definita in un’ordinanza separata del Dipartimento federale dell’interno. L’importo forfettario per le spese accessorie per i proprietari di immobili e quello per le spese di riscaldamento saranno adeguati all'evoluzione dei prezzi analogamente agli importi massimi per la pigione, passando rispettivamente da 1680 a 2520 franchi e da 840 a 1260 franchi all’anno.

Dispendio eccessivo della sostanza

Nel calcolo delle PC si tiene conto non soltanto dei redditi dei beneficiari ma anche della loro sostanza. È computata anche la sostanza cui una persona ha rinunciato volontariamente. La nozione di rinuncia alla sostanza sarà in futuro estesa anche ai casi in cui una persona, senza valido motivo, abbia speso in un anno più del dieci per cento della sua sostanza. I motivi validi saranno definiti in modo esaustivo nell’ordinanza e includeranno, tra l’altro, la manutenzione di immobili, le cure dentarie e la formazione professionale.

Spese per la custodia dei figli complementare alla famiglia

Secondo le nuove disposizioni dell’OPC-AVS/AI, in futuro nel calcolo delle PC saranno considerate anche le spese per la custodia dei figli di età inferiore a 11 anni, a condizione che questa sia necessaria e fornita da terzi riconosciuti.

Soggiorni all’estero

I soggiorni all’estero di durata superiore a tre mesi comportano per principio la sospensione del versamento delle PC. In presenza di validi motivi è però possibile lasciare la Svizzera per un periodo fino a un anno. In futuro, l’ordinanza elencherà esaustivamente questi motivi, tra i quali rientrano i soggiorni all’estero indispensabili nel quadro di una formazione, la cura di parenti gravemente malati e problemi di salute che rendono impossibile il rientro in Svizzera.

La modifica della legge federale sulle prestazioni complementari all'assicurazione per la vecchiaia, i superstiti e l'invalidità è stata approvata dal Parlamento il 22 marzo 2019. Le prestazioni complementari sono finanziate nella misura di circa il 70 per cento dai Cantoni, che sono anche responsabili per l’esecuzione della legge. Il Consiglio federale intende dunque svolgere una procedura di consultazione sulle relative disposizioni d’esecuzione. La consultazione durerà dal 29 maggio al 19 settembre 2019.


Indirizzo cui rivolgere domande

Colette Nova, Vicedirettrice
Capo dell’Ambito AVS, previdenza professionale e PC
Ufficio federale delle assicurazioni sociali UFAS
+41 58 462 90 70
colette.nova@bsv.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'interno
http://www.edi.admin.ch

Ufficio federale delle assicurazioni sociali
http://www.ufas.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-75254.html