Il Consiglio federale riduce nuovamente i dazi per l’industria tessile

Berna, 01.05.2019 - Nella sua seduta del 1° maggio 2019, il Consiglio federale ha approvato l’ordinanza sulla sospensione temporanea delle aliquote di dazio per materiali tessili e materiali tessili intermedi. Quest’ultima entra in vigore il 1° luglio 2019.

Per la sua produzione, l’industria tessile svizzera altamente specializzata dipende in ampia misura dalle importazioni di materiali tessili e di materiali tessili intermedi. Rispetto ai materiali di altri settori, il loro acquisto all’estero è tuttora assoggettato ad aliquote di dazio molto più elevate, che causano un rincaro dei prezzi dei prodotti finali. Le alte aliquote di dazio originariamente fissate per tutelare l’industria tessile indigena si ripercuotono oggi, invece, in maniera negativa.

In base alla legge sulla tariffa delle dogane, se gli interessi dell’economia svizzera lo esigono, il Consiglio federale può ordinare di non riscuotere temporaneamente i dazi che gravano determinate merci. Già con effetto dal 1° gennaio 2016, il Consiglio federale aveva ridotto temporaneamente a 0 franchi le aliquote di dazio per 60 voci di tariffa. Da un lato, con il provvedimento attuale esso intende prorogare la sospensione dei dazi già in vigore e, dall’altro, estendere il loro campo d’applicazione a 522 voci di tariffa. Così facendo, il Consiglio federale viene incontro a una richiesta da parte di Swiss Textiles (Federazione tessile svizzera) di rinunciare alla riscossione di dazi su tutti i materiali tessili e materiali tessili intermedi.

La sospensione dei dazi comporterà un calo delle entrate doganali pari a circa tre milioni di franchi all’anno. Si prevede tuttavia che lo sgravio fiscale del settore tessile avrà effetti positivi sull’intera economia. L’orientamento della misura risponde inoltre all’intenzione del Consiglio federale di abolire i dazi industriali.


Indirizzo cui rivolgere domande

David Marquis, capo Servizio stampa,
Amministrazione federale delle dogane AFD
Tel. 058 462 67 43, medien@ezv.admin.ch

Gabriel Spaeti, Capo settore Circolazione internazionale delle merci,
Segreteria di Stato dell’economia SECO
Tel. 058 465 15 36, gabriel.spaeti@seco.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-74861.html