Visita di lavoro in Cile: il consigliere federale Ignazio Cassis conduce colloqui politici e partecipa a una giornata celebrativa del «Colegio Suizo»

Berna, 24.04.2019 - Nel corso della sua visita di lavoro in Cile il consigliere federale Ignazio Cassis ha visitato il «Colegio Suizo» a Santiago e ha partecipato ai festeggiamenti per l’80esimo anno della più vecchia scuola svizzera ufficiale in America latina. Investire nell’istruzione ripaga a lungo termine, ha detto il capo del DFAE nel discorso che ha tenuto. I colloqui politici si sono concentrati sulla situazione in Venezuela, sulla modernizzazione dell’accordo di libero scambio tra l’AELS e il Cile e sulla collaborazione bilaterale per esempio in materia ambientale.

In termini politici ed economici, il Cile è un importante Paese partner della Svizzera in America latina, con uno dei redditi pro capite più elevati dell’intera regione. Le relazioni bilaterali con la Svizzera sono intense e riguardano diversi settori, tra cui l’economia, l’istruzione, l’astronomia e l’ambiente.

Nel 2018 la bilancia commerciale tra i due Paesi segnava circa 790 milioni di franchi. La Svizzera è il decimo investitore in Cile in ordine di grandezza. 200 imprese svizzere hanno creato oltre 30 000 posti di lavoro. Gli scambi economici sono favoriti dall’accordo di libero scambio concluso tra l’Associazione europea di libero scambio (AELS) e il Cile. In Cile vivono oltre 5000 Svizzere e Svizzeri: si tratta della terza più grande comunità svizzera nel continente latino. Le persone che discendono da immigrati svizzeri sono stimate a 80 000.

Nel 1939 nella capitale cilena Santiago fu fondato il «Colegio Suizo», la più vecchia scuola svizzera ufficiale in America latina. Le famiglie svizzere avevano così la possibilità di garantire ai loro figli un’istruzione ispirata ai valori della loro madrepatria. Il consigliere federale Ignazio Cassis ha lodato il lavoro pionieristico dei fondatori che, con risorse modeste, hanno creato un’istituzione il cui prestigio ha una risonanza che «va ben oltre i muri dell’edificio». Durante i festeggiamenti per gli 80 anni del «Colegio» Cassis ha sottolineato che investire nell’istruzione ripaga a lungo termine. Oltre al capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), all’evento hanno partecipato anche la direttrice dell’Ufficio federale della cultura (UFC) Isabelle Chassot e la presidente del Governo di Basilea-Campagna e direttrice del dipartimento dell’istruzione Monica Gschwind. L’UFC è l’organo federale competente per l’attuazione della legge sulle scuole svizzere all’estero. Ogni scuola ha un Cantone come «padrino»: il Cantone di Basilea-Campagna è patrocinatore del «Colegio Suizo» a Santiago.

I colloqui politici si sono focalizzati su temi bilaterali, regionali e multilaterali. Con la vice ministra degli affari esteri Carolina Valdivia, che funge da ministra degli esteri durante l’assenza nel Paese del ministro degli esteri, e con la ministra dei trasporti e delle comunicazioni Gloria Hutt, il capo del DFAE ha parlato della modernizzazione dell’accordo di libero scambio tra l’AELS e il Cile. L’accordo in vigore va adeguato agli standard del XXI secolo, ha affermato Cassis. Un altro tema trattato è stato quello della collaborazione bilaterale nel settore ambientale. La Svizzera si adopera in Cile per migliorare la gestione delle risorse idriche, l’efficienza energetica e la qualità dell’aria. Si è parlato anche della conferenza sul clima dell’ONU (COP25), che il Cile organizzerà nel dicembre 2019, e del rafforzamento della collaborazione multilaterale e del ruolo del Consiglio di sicurezza dell’ONU e del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite.

Con la vice ministra degli affari esteri Valdivia il consigliere federale Cassis ha discusso della situazione in Venezuela. Entrambi si sono trovati d’accordo nell’affermare che va cercata una soluzione pacifica e democratica al conflitto.


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
E-Mail: info@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/recent/media.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-74794.html