Valutazione dell’UFAM relativa alla situazione nell’ex deposito di munizioni di Mitholz: il DDPS vede convalidati i lavori per la riduzione dei rischi

Berna, 15.04.2019 - Nella sua valutazione della situazione nell’ex deposito di munizioni di Mitholz, l’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) conferma la precedente valutazione dei rischi del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS): il rischio per la popolazione è sotto la soglia dell’accettabile. Il DDPS proseguirà di conseguenza i suoi lavori, con l’obiettivo di ridurre il rischio almeno a un livello accettabile secondo i criteri di valutazione relativi all’ordinanza sulla protezione contro gli incidenti rilevanti.

Le conclusioni della valutazione dell’UFAM e dell’analisi dei rischi del DDPS coincidono: il livello di rischio nell’ex deposito di munizioni di Mitholz è sotto la soglia dell’accettabile. Per la sua valutazione l’UFAM si è basato su una perizia indipendente dell’Istituto Fraunhofer per la dinamica a tempi brevi (Fraunhofer-Institut für Kurzzeitdynamik/Ernst-Mach-Institut, Efringen-Kirchen, Germania).

La valutazione dell’UFAM, annunciata già nell’estate 2018, è stata svolta secondo la procedura ordinaria prevista nell’ordinanza sulla protezione contro gli incidenti rilevanti. Secondo l’UFAM l’analisi dei rischi del DDPS è plausibile. In quanto servizio specializzato della Confederazione per la prevenzione di incidenti rilevanti, l’UFAM ha incaricato il DDPS di far rientrare i rischi perlomeno nei limiti dell’accettabilità.

La valutazione dell’UFAM accolta con soddisfazione dal DDPS

Nella seduta del 10 aprile 2019 il Consiglio federale è stato informato in merito alla valutazione da parte dell’UFAM dell’analisi dei rischi eseguita dal DDPS. Il 15 aprile 2019 l’UFAM e gli esperti dell’Istituto Fraunhofer hanno presentato i loro risultati alla popolazione a Mitholz in occasione di una manifestazione informativa del DDPS svolta in collaborazione con l’UFAM, il Cantone di Berna e il Comune di Kandergrund.

La valutazione dell’UFAM è stata accolta con soddisfazione dal DDPS. Tale valutazione conferma che il rischio è al di sotto della soglia dell’accettabile, convalidando di riflesso la correttezza delle misure adottate e avviate dal Consiglio federale, dal DDPS e dal Cantone di Berna. La valutazione dell’UFAM evidenzia la necessità di proseguire i lavori relativi alle misure di riduzione dei rischi.

Nella valutazione dell’UFAM è considerato possibile uno scenario con 20 t di TNT e con ipotesi sulle eventuali dinamiche e sui possibili settori di pericolo diverse da quelle sinora concepite: tali informazioni supplementari confluiranno negli ulteriori lavori di verifica delle misure di riduzione dei rischi e nella pianificazione d’emergenza del Cantone.

I lavori proseguono a pieno ritmo

Il gruppo di lavoro istituito dal Consiglio federale si è costituito già nell’agosto 2018 e da allora lavora su diversi fronti:

- indagini tecniche: è stato allestito un modello digitale tridimensionale dell’impianto, che sarà determinante per le ulteriori indagini. Le conclusioni dell’analisi dei rischi del DDPS sono confermate anche da una perizia geologica che sarà disponibile a breve. Gli esperti di armasuisse Scienza e tecnologia analizzano costantemente munizioni provenienti dall’impianto. Le misure di sorveglianza delle acque sotterranee sinora adottate sono state intensificate e sono stati definiti punti supplementari di prelievo dei campioni.
- Misure di riduzione dei rischi: per ridurre i rischi a un livello accettabile il DDPS ha avviato un apposito progetto denominato «Valutazione delle varianti Mitholz». Nel quadro di tale progetto sono costantemente adottate misure volte a ridurre al minimo i rischi nell’immediato. Entro la metà del 2020 saranno presentate le diverse varianti sulla base delle quali sarà successivamente scelta quella da realizzare. Per ottenere un quadro della situazione per quanto possibile completo, l’8 marzo 2019 il DDPS ha svolto un workshop con rappresentanti delle autorità coinvolte, con personalità politiche della regione e con esperti dell’economia privata.
- Misure di sorveglianza: nel rispetto delle necessarie misure di sicurezza, sono stati installati all’interno e all’esterno dell’ex deposito di munizioni di Mitholz diversi sistemi per la misurazione, in particolare, dei cambiamenti di temperatura, dello sviluppo di gas e degli spostamenti delle rocce.
- Organizzazione d’emergenza: il Cantone di Berna ha elaborato una pianificazione d’emergenza. La popolazione è stata informata al riguardo il 5 dicembre 2018.
- Comunicazione: la manifestazione informativa per i residenti svolta il 15 aprile 2019 è stata la quarta manifestazione di questo genere. Il 26 gennaio 2019 il DDPS ha inoltre dato alla popolazione di Mitholz la possibilità di visitare l’impianto. Su richiesta delle autorità comunali, dal dicembre 2018 il DDPS pubblica periodicamente un bollettino d’informazione sui lavori in corso.

Il DDPS continuerà a dare la massima importanza all’informazione costante, diretta e di prima mano delle autorità regionali e della popolazione. Le corrispondenti misure saranno di volta in volte convenute con il Comune e con il prefetto.

Tutti i documenti attuali e d’archivio sui lavori in relazione con l’ex deposito di munizioni di Mitholz sono pubblicamente accessibili su www.vbs.ch/mitholz. La pagina web è costantemente aggiornata con nuovi documenti.


Indirizzo cui rivolgere domande

Renato Kalbermatten
Capo della Comunicazione del DDPS
+41 79 713 20 94



Pubblicato da

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-74704.html