Ex deposito di munizioni di Mitholz: l’UFAM conferma la valutazione dei rischi del DDPS

Berna, 15.04.2019 - In qualità di autorità federale competente per l’ordinanza sulla protezione contro gli incidenti rilevanti (OPIR), l’UFAM ha valutato l’analisi dei rischi del DDPS concernente l’ex deposito di munizioni di Mitholz (BE) e conferma la valutazione del DDPS: il rischio per la popolazione è inaccettabile. L’UFAM chiede che il rischio sia ridotto almeno a un livello accettabile secondo i criteri di valutazione dell’OPIR.

A fine marzo, l'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) ha trasmesso al DDPS e al Cantone di Berna la valutazione dell'analisi dei rischi del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) relativa all'ex deposito di munizioni di Mitholz. La valutazione è stata effettuata secondo la normale procedura di esecuzione dell'ordinanza sulla protezione contro gli incidenti rilevanti (OPIR) e si basa su una perizia indipendente elaborata dall'istituto tedesco Fraunhofer-Institut für Kurzzeitdynamik, conosciuto anche come Ernst-Mach-Institut, EMI. Gli esperti esterni sono stati consultati perché quello dell'ex deposito di munizioni di Mitholz rappresenta un caso unico e molto complesso (cfr. riquadro 1).

Analogamente a quanto riporta l'analisi dei rischi del DDPS del settembre 2018, nella sua valutazione l'UFAM giunge alla conclusione che il rischio dell'impianto si situa a un livello inaccettabile e quindi nettamente superiore a quanto ipotizzato in passato. In quanto autorità federale competente per la prevenzione degli incidenti rilevanti (cfr. riquadro 2), l'UFAM chiede all'autorità esecutiva (Segreteria generale del DDPS) di ridurre il rischio per la popolazione almeno a un livello accettabile secondo i criteri di valutazione dell'OPIR. La popolazione di Mitholz è stata informata dall'UFAM e dagli specialisti del Frauenhofer Institut circa i risultati della valutazione nell'ambito di un incontro informativo organizzato dal DDPS a Mitholz/Kandergrund il 15 aprile 2019.

Ulteriori scenari esaminati

Nel valutare l'analisi dei rischi del DDPS da parte degli esperti dell'UFAM si è fatto riferimento ai risultati degli specialisti del Fraunhofer-Institut für Kurzzeitdynamik. Nella sua analisi, il Fraunhofer-Institut ha in primo luogo esaminato gli scenari del DDPS, e li ha trovati plausibili. La situazione riguardante le munizioni interrate a Mitholz è molto complessa. Per definire la gamma dei possibili pericoli, gli esperti tedeschi hanno esaminato anche scenari diversi da quelli considerati dal DDPS. In questo modo è stato possibile tenere conto dell'influsso di questi scenari nell'analisi dei rischi. Secondo la perizia degli esperti, al posto delle 10 tonnellate di TNT (trinitrotoluolo esplosivo), utilizzate nell'analisi dei rischi del DDPS, si può ipotizzare uno scenario con un limite superiore di 20 tonnellate di TNT con una sequenza di eventi diversa. I calcoli dimostrano che nel complesso i rischi rimangono simili agli scenari del DDPS, ma che le aree di pericolo possono essere distribuite nello spazio in modo diverso. Questi risultati devono essere presi in considerazione nella pianificazione delle misure e delle emergenze.

 

Riquadro 1:
Durante la seconda guerra mondiale a Mitholz fu costruito un deposito sotterraneo di munizioni militari. Dall'esplosione del 1947 nelle parti crollate dell'impianto e nel cono detritico antistante giacciono ancora circa 3500 tonnellate lorde di munizioni contenenti diverse centinaia di tonnellate di esplosivo. Nelle precedenti valutazioni del 1949 e del 1986 era stato concluso che un'ulteriore esplosione avrebbe provocato solo danni minori.

 

Riquadro 2:
L'ordinanza sulla protezione contro gli incidenti rilevanti protegge la popolazione e l'ambiente dai danni gravi derivanti da incidenti rilevanti, come gli incidenti chimici. L'UFAM è l'autorità federale competente per tale ordinanza, cui è soggetto l'impianto del DDPS di Mitholz. I depositi di munizioni sono valutati secondo gli stessi criteri degli impianti chimici civili. Gli esperti del Fraunhofer-Institut für Kurzzeitdynamik, Ernst-Mach-Institut, EMI, di Efringen-Kirchen (D) hanno visitato l'impianto, discusso con gli esperti svizzeri e preparato una valutazione indipendente sull'analisi dei rischi del DDPS, che ha funto da base per la presa di posizione dell'UFAM.


Indirizzo cui rivolgere domande

Barbora Neveršil, Servizio media dell'UFAM, tel. 079 443 48 26



Pubblicato da

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Segreteria generale del DDPS
https://www.vbs.admin.ch/

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-74684.html