Più integrità e trasparenza nel settore degli agenti terapeutici

Berna, 10.04.2019 - Dal 2020 nel settore degli agenti terapeutici saranno applicate nuove regole in materia d’integrità e trasparenza. Nella sua seduta del 10 aprile 2019, il Consiglio federale ha adottato nuove disposizioni concernenti la legge sugli agenti terapeutici (LATer) volte a vietare vantaggi pecuniari nel caso in cui influiscano sulla scelta del trattamento con medicamenti soggetti a prescrizione. Inoltre, gli sconti e i rimborsi accordati all’acquisto di agenti terapeutici dovranno essere resi trasparenti per le autorità.

La legislazione sui vantaggi pecuniari concernenti i medicamenti soggetti a prescrizione verrà inasprita. Attualmente sono soprattutto medici e farmacisti ad usufruire di questi vantaggi, che in futuro saranno per principio vietati nel caso in cui influiscano sulla scelta di un trattamento. La LATer indica espressamente i vantaggi pecuniari ritenuti leciti tra cui, ad esempio, quelli di valore modesto utilizzati in ambito professionale o, a certe condizioni, i contributi destinati alla ricerca e all’insegnamento.

D’altro canto, gli sconti e i rimborsi accordati all’acquisto di agenti terapeutici (medicamenti e dispositivi medici) saranno oggetto di un disciplinamento più rigido e saranno autorizzati a condizione che non influiscano sulla scelta del trattamento. I professionisti della salute sono tenuti a far usufruire di questi vantaggi i loro pazienti o i loro assicuratori. In seguito a una modifica della legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal) adottata dal Parlamento, i professionisti della salute potranno convenire con gli assicuratori di investire una piccola parte dei vantaggi pecuniari ottenuti in misure finalizzate a migliorare la qualità dei trattamenti.

Migliorare la trasparenza sugli sconti e i rimborsi
L’altro elemento centrale di questo nuovo disciplinamento è la trasparenza. Pertanto, in futuro gli sconti e i rimborsi applicati e riscossi all'acquisto di agenti terapeutici dovranno essere resi trasparenti per le autorità. Tali vantaggi dovranno essere dichiarati, su richiesta, all’Ufficio federale della sanità pubblica, che dovrà d’ora in poi controllare il rispetto di questa nuova disposizione e, se del caso, comminare sanzioni. L’obbligo di trasparenza non concerne, tuttavia, alcuni agenti terapeutici che comportano rischi esigui per i pazienti.

Queste modifiche di legge fanno parte del quarto pacchetto di ordinanze sugli agenti terapeutici e intervengono nel quadro della revisione ordinaria della legge sugli agenti terapeutici (LATer) adottata dal Parlamento nel 2016. La nuova ordinanza concernente l’integrità e la trasparenza nel settore degli agenti terapeutici (OITAT) preciserà le disposizioni d’esecuzione. Anche l’ordinanza sull’assicurazione malattie (OAMal) sarà modificata. L’entrata in vigore è prevista per il 1° gennaio 2020.

Durante l’ultima sessione primaverile, il Parlamento ha anche deciso di estendere l’obbligo d’integrità ai dispositivi medici più rischiosi. Il diritto di esecuzione pertinente sarà adeguato e posto in consultazione probabilmente nel corso dell’anno prossimo.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale della sanità pubblica UFSP, Comunicazione, +41 58 462 95 05, media@bag.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale della sanità pubblica
http://www.bag.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-74631.html