Il Comitato direttivo e-government Svizzera chiede maggiore impegno nella collaborazione nell’ambito del Governo elettronico

Berna, 09.04.2019 - Nella sua seduta del 9 aprile 2019 il Comitato direttivo e-government Svizzera, guidato dal presidente della Confederazione Ueli Maurer, si è espresso a favore di una collaborazione più serrata tra i vari livelli statali per accelerare l’attuazione del Governo elettronico. Nella stessa occasione il Comitato direttivo ha discusso la prima bozza del piano di attuazione per gli anni 2020–2023 e approvato il rapporto annuale 2018 della sua Segreteria.

La digitalizzazione delle prestazioni fornite dalle autorità è attualmente di competenza delle rispettive amministrazioni. Confederazione, Cantoni e Comuni coordinano le proprie attività nell’ambito di processi trasversali perlopiù su base volontaria. La diffusione del Governo elettronico in Svizzera procede dunque in maniera non uniforme. Il Comitato direttivo vorrebbe accelerare tale attuazione e definire responsabilità e competenze nel quadro della digitalizzazione dell’amministrazione. Pertanto, esso intende creare basi giuridiche più vincolanti nell’ambito della Strategia di e-government Svizzera 2020–2023.

Entro la fine del 2019 e-Government Svizzera elaborerà la suddetta Strategia avvalendosi della collaborazione di specialisti a tutti i livelli federali. Il Consiglio federale ha approvato l’orientamento della nuova Strategia il 14 novembre 2018. Ora il Comitato direttivo ha definito gli obiettivi per il piano di attuazione 2020–2023. Essi riguardano lo sviluppo di prestazioni elettroniche fornite dalle autorità e di possibilità di partecipazione dei cittadini via Internet, la creazione di servizi di base, come l’identità elettronica, misure preventive di carattere organizzativo e giuridico e attività volte a migliorare la conoscenza e la fiducia nella digitalizzazione dell’Amministrazione federale.

Il Comitato direttivo approverà il piano di attuazione 2020–2023 all’inizio del 2020, dopo l’entrata in vigore della Strategia di e-government Svizzera 2020–2023. Durante la fase di consultazione concernente la Strategia, prevista per l’estate 2019, la Confederazione, i Cantoni e i Comuni dovranno tuttavia essere già in grado di esprimersi sulla bozza del piano di attuazione.

In occasione della sua seduta, il Comitato direttivo ha inoltre approvato il rapporto annuale 2018, che riassume le attività svolte dalla Segreteria e lo stato di attuazione delle Linee guida. Tra gli importanti risultati ottenuti vi sono la fondazione della società di gestione eOperations Svizzera SA, l’ulteriore diffusione della comunicazione elettronica sui cambiamenti di indirizzo e l’approvazione del messaggio concernente la legge sull’eID.


Indirizzo cui rivolgere domande

Anna Faoro, responsabile della comunicazione e capo sostituto, Segreteria e-government Svizzera, Organo direzione informatica della Confederazione ODIC
Tel. +41 58 465 12 28, anna.faoro@isb.admin.ch



Pubblicato da

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-74625.html