Rimunerazione unica per impianti fotovoltaici di grandi dimensioni: lo smaltimento della lista d'attesa continua nel 2019

Berna, 26.03.2019 - Nel corso del 2019 la lista d'attesa per le rimunerazioni uniche per impianti fotovoltaici di grandi dimensioni (RUG) potrà continuare a essere smaltita, grazie a 30 milioni di franchi di mezzi finanziari di promozione supplementari disponibili a seguito dell'aumento dei prezzi sul mercato dell'elettricità nel 2018.

Grazie all'aumento dei prezzi sul mercato dell'elettricità, l'anno scorso le entrate del Fondo per il supplemento rete sono state superiori a quelle preventivate. Queste entrate supplementari, pari a 30 milioni di franchi, saranno impiegate per l'ulteriore smaltimento della lista d'attesa RUG. Nel 2019, per la rimunerazione unica di impianti fotovoltaici di grandi dimensioni sarà quindi disponibile un totale di 180 milioni di franchi.

Nel 2019 riceveranno quindi una garanzia di versamento RUG tutti i gestori degli impianti che hanno presentato la loro domanda entro il 31 gennaio 2014: la lista d'attesa RUG potrà quindi essere ridotta di circa 400 ulteriori impianti fotovoltaici di grandi dimensioni (100 già realizzati con una potenza di circa 27 MW e 300 non ancora realizzati con una potenza di circa 70 MW). Nel corso dell'anno, saranno oltre 2000 gli impianti fotovoltaici di grandi dimensioni a ricevere una garanzia di versamento RUG (cfr. comunicato stampa del 09.11.2018).

Come vengono finanziate le misure di promozione?
Per promuovere la produzione di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili, le misure volte a incrementare l'efficienza energetica e i risanamenti delle acque, i consumatori svizzeri pagano un supplemento di 2,3 centesimi per chilowattora dal 1° gennaio 2018. Tali entrate confluiscono nel Fondo per il supplemento rete con cui vengono finanziate diverse misure di promozione (cfr. grafico nell'allegato). L'ammontare della rimunerazione per l'immissione di elettricità si basa sui costi di produzione degli impianti. Se i prezzi di mercato sono bassi, devono essere stanziati più mezzi finanziari; se invece sono più alti, per lo stesso numero di impianti servono meno mezzi finanziari, ovvero possono essere promossi più impianti.


Indirizzo cui rivolgere domande

Marianne Zünd, Capo Media e politica UFE,
tel. 058 462 56 75



Pubblicato da

Ufficio federale dell'energia
http://www.bfe.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-74443.html