Globalmente, nel 2018, la Posta Svizzera, le FFS, Swisscom e Skyguide hanno tutti raggiunto gli obiettivi fissati dal Consiglio federale

Berna, 22.03.2019 - Nella sua seduta del 22 marzo 2019 il Consiglio federale ha verificato se la Posta Svizzera, le FFS, Swisscom e Skyguide hanno raggiunto gli obiettivi strategici fissati per l'esercizio 2018. Il Consiglio federale si è inoltre espresso sui compensi massimi per i membri dei Consigli d'amministrazione, le presidenze dei Consigli d'amministrazione e le direzioni della Posta Svizzera, delle FFS, di Swisscom e di Skyguide nel 2020. I rapporti sugli obiettivi raggiunti sono stati adottati all'attenzione delle commissioni parlamentari di vigilanza.

Posta

Nell'esercizio 2018 la Posta Svizzera ha conseguito buoni risultati operativi. Tuttavia, al centro dell'attenzione vi era l’elaborazione delle vicende che hanno interessato AutoPostale tra il 2007 e il 2018. Durante quel periodo AutoPostale ha ricevuto a torto sovvenzioni per 188 milioni di franchi per il trasporto regionale di persone. La Posta Svizzera ha rimborsato questi fondi alla Confederazione, ai Cantoni e ai Comuni. Per gli anni dal 2004 al 2006 la Posta Svizzera ha effettuato un rimborso di 17 milioni di franchi nonostante la prescrizione. Sulla base delle indagini effettuate, la direttrice dell'impresa ha rassegnato le dimissioni nel giugno 2018. La Posta Svizzera ha inoltre sostituito la direzione di AutoPostale per consentire un rilancio dell’impresa.

Anche nell'esercizio 2018 la Posta Svizzera ha fornito servizi postali di base e servizi di pagamento di buona qualità e a prezzi ragionevoli. I clienti privati e commerciali si sono dichiarati soddisfatti delle prestazioni della Posta Svizzera. Le quote di mercato nel core business (lettere, pacchi, pagamenti e trasporto passeggeri) sono rimaste stabili. Nel settore della logistica, si sono confermate le tendenze degli ultimi anni: i volumi di lettere e giornali hanno subito un calo significativo. Le quantità dei pacchi inviati sono aumentate con le ordinazioni di merce su Internet, tuttavia con margini in calo. Nel mercato dei servizi finanziari, il persistente basso livello dei tassi d'interesse ha determinato una riduzione dei redditi da capitale.

Il risultato d'esercizio, pari a 501 milioni di franchi, è stato inferiore di 217 milioni di franchi rispetto al 2017. L'utile netto è diminuito di 122 milioni di franchi, attestandosi a 405 milioni di franchi. Oltre al calo dei volumi e al basso livello dei tassi d'interesse, questo sviluppo è riconducibile al rimborso delle sovvenzioni di AutoPostale ricevute illegalmente. Ad eccezione di AutoPostale e PostFinance, tutti i segmenti hanno migliorato i propri risultati operativi. La rete degli uffici postali ha invece registrato un disavanzo di 94 milioni di franchi. Come negli anni precedenti, la distribuzione di dividendi alla Confederazione ammonta a 200 milioni di franchi.

Con 73 punti su 100 possibili, la soddisfazione dei dipendenti del gruppo si è mantenuta al livello dell'anno precedente. La Posta Svizzera è un datore di lavoro socialmente responsabile, che sostiene la compatibilità di vita familiare e carriera con diversi modelli di lavoro, offrendo inoltre più di 2000 posti di formazione.

FFS

Le prestazioni delle FFS nel settore immobiliare, delle infrastrutture e, in parte, del trasporto passeggeri sono buone. L'attività di trasporto merci di FFS Cargo ha nuovamente registrato un utile dopo la pesante perdita dell'anno precedente. L'ulteriore sviluppo di FFS Cargo rimane una sfida.

Le FFS hanno registrato un utile record di 568 milioni di franchi (anno precedente: 399 milioni di franchi). Da un lato, ciò è dovuto a misure adottate per aumentare l'efficienza ("RailFit"). In secondo luogo, a differenza del 2017, presso FFS Cargo non sono state effettuate rettifiche di valore o accantonamenti per ristrutturazioni. Le FFS hanno conseguito risultati positivi in tutte le divisioni aziendali. Per la seconda volta hanno inoltre raggiunto l'obiettivo di indebitamento nel periodo 2015-2018.

Le FFS hanno conseguito un utile di 241 milioni di franchi nel trasporto di persone. L'andamento del traffico (interurbano, regionale) e la soddisfazione della clientela sono leggermente aumentati rispetto all'anno precedente. La messa in servizio dei nuovi treni a due piani per il traffico a lunga percorrenza non è stata soddisfacente. A partire dalla modifica dell'orario nel dicembre 2018, i treni consegnati fino ad oggi sono stati in servizio solo su poche tratte e l’esercizio risulta instabile. Nel complesso, la puntualità è rimasta stabile ad un livello elevato. Tuttavia, negli ultimi mesi del 2018 è diminuita, in particolare nella Svizzera romanda e in Ticino, come pure su tratte particolarmente trafficate come Berna-Zurigo. La gestione e la manutenzione dell'infrastruttura fortemente sollecitata ha richiesto ulteriori interventi di manutenzione nel 2018.

Anche il livello di sicurezza rimane elevato. Ulteriori progressi sono stati registrati per quanto riguarda gli obiettivi ambientali (programma di risparmio energetico e riduzione delle emissioni di CO2).

Le FFS hanno raggiunto gli obiettivi in termini di personale. L’impresa persegue una politica del personale all'avanguardia e socialmente responsabile. La soddisfazione del personale è rimasta invariata rispetto all'ultima indagine completa del 2016, con 66 punti su 100.

Swisscom

Il mercato dei servizi di telecomunicazione (telefonia fissa, telefonia mobile, telefonia mobile, banda larga, TV) è sempre più saturo e vi è un'intensa concorrenza in materia di prezzi. Ciò ha comportato un calo del fatturato e del risultato nel core business svizzero di Swisscom. Con il controllo dei costi e la crescita in altri settori - in particolare presso la filiale italiana Fastweb - si è riusciti a compensare queste perdite. Di conseguenza, il fatturato netto è rimasto pressoché stabile rispetto all'anno precedente.

Swisscom ha investito circa 1,4 miliardi di  franchi per il rinnovo e l'ampliamento della rete svizzera e dell'infrastruttura informatica. A fine anno, 4,2 milioni di famiglie e imprese erano collegate alla rete a banda ultralarga (> 50 Mbit/s), ossia 300 000 in più rispetto all'anno precedente. Swisscom ha accelerato e intensificato lo sviluppo della nuova generazione di telefonia mobile (5G).

Il dividendo rimane invariato a 22 franchi per azione. Ciò equivale a un totale per gli azionisti pari a 1,14 miliardi di franchi. Di questi, 581 milioni di franchi confluiscono nelle casse della Confederazione.

Il prezzo del titolo è sceso del 9,4%, il che ha ridotto l'enterprise value (capitalizzazione di mercato) di circa 2,6 miliardi di franchi.

Skyguide

Skyguide è incaricata di fornire i servizi di navigazione aerea civili e militari in Svizzera per conto della Confederazione. L'azienda gestisce uno degli spazi aerei più complessi e intensamente utilizzati d'Europa.

Skyguide ha adempiuto pienamente al suo mandato sovrano nel 2018. La sicurezza del traffico aereo civile è risultata garantita in ogni momento. I ritardi causati da Skyguide sono stati pochi nel confronto internazionale. La prontezza operativa delle Forze aeree era garantita.

Per legge Skyguide è una società senza scopo di lucro. Poiché la Confederazione ha ridotto di 10 milioni di franchi la compensazione per la gestione dello spazio aereo estero, i conti annuali si sono chiusi con un disavanzo di 8 milioni di franchi. Altrimenti ne sarebbe risultata un'eccedenza di 2 milioni di franchi.

Dopo lunghe e difficili trattative, le parti sociali hanno concordato un nuovo contratto collettivo di lavoro per il personale dei controllori del traffico aereo. Il vecchio CCL era scaduto alla fine del 2016.

Retribuzioni dei vertici della Posta Svizzera, delle FFS, di Swisscom e di Skyguide per l'esercizio 2020

Il Consiglio federale ha inoltre fissato il compenso massimo per i membri del Consiglio d'amministrazione, i presidenti dei Consigli d'amministrazione e le direzioni della Posta Svizzera, delle FFS, di Swisscom e di Skyguide. Ha approvato gli importi massimi totali proposti dai membri del Consiglio di amministrazione per l'esercizio 2020. Saranno le assemblee generali delle imprese a decidere in via definitiva in merito.

Il 21 marzo e l'8 giugno 2018 il Consiglio federale ha chiesto ai Consigli di amministrazione della Posta Svizzera, delle FFS e di Skyguide di ridurre i compensi massimi dei propri organi direttivi per l'esercizio 2020. Ciò vale soprattutto per le direzioni delle imprese. Il Consiglio federale ha ribadito questa richiesta.


Indirizzo cui rivolgere domande

DATEC, Servizio stampa, tel. +41 58 462 55 11



Pubblicato da

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-74412.html