Premio d’onore del cinema svizzero 2019 a Beki Probst

Berna, 26.02.2019 - Il Premio d’onore del cinema svizzero 2019 va a Beki Probst, come riconoscimento alla sua carriera nell’ambito della mediazione della cultura cinematografica. La cerimonia del Premio del cinema svizzero 2019 si terrà venerdì 22 marzo al Bâtiment des Forces Motrices di Ginevra, alla presenza del consigliere federale Alain Berset.

Scegliendo la bernese Beki Probst, la Commissione di nomina premia «una mediatrice culturale di calibro internazionale e una figura influente nel panorama cinematografico svizzero». L’Ufficio federale della cultura (UFC) le conferisce il Premio d’onore di 30 000 franchi nell’ambito del Premio del cinema svizzero 2019.

Nata a Istanbul, dove ha studiato diritto e giornalismo, Beki Probst si è trasferita in Svizzera nel 1960. Insieme al marito ha gestito a Berna la catena di cinema d’art et d’essai Probst-Kinobetriebe (in seguito nota come Quinnie-Kinos), con la volontà di mostrare sempre i film nella versione originale sottotitolata.

Ha inoltre presenziato a vario titolo ai principali festival cinematografici, nel 1985 ha organizzato un Trade Show per il Locarno Festival e fino al 1995 è stata membro della commissione di quest’ultimo. Dal 1988 al 1996 è stata anche direttrice artistica del festival ginevrino Stars of Tomorrow. Nel corso della sua carriera ha fatto parte delle giurie di numerosi festival cinematografici internazionali tra cui quelli di Toronto, Gerusalemme e San Sebastián.

Nel 1988 ha fondato a Berlino la piattaforma European Film Market (EFM), che sotto la sua direzione è diventata una delle principali fiere cinematografiche. Ne è stata direttrice fino al 2014 e in seguito presidente fino al 2018. Nello stesso anno, in occasione del trentennale dell’EFM, Beki Probst ha ricevuto il premio Berlinale Kamera del Festival Internazionale del Cinema di Berlino per il suo straordinario lavoro.

Settimana delle nomination

Dal 18 al 24 marzo 2019, Settimana delle nomination organizzata dall’Association «Quartz» Zürich Genève, i Cinémas du Grütli di Ginevra e il Filmpodium di Zurigo organizzano una rassegna dedicata ai film finalisti durante la quale il pubblico ha la possibilità di discutere con i cineasti. In questa occasione sarà onorato anche il lavoro di Beki Probst, vincitrice del Premio d’onore.

Cerimonia di premiazione

La cerimonia del Premio del cinema svizzero 2019 si terrà venerdì 22 marzo al Bâtiment des Forces Motrices di Ginevra, alla presenza del consigliere federale Alain Berset. L’omaggio alla settima arte in Svizzera è realizzato dall’Ufficio federale della cultura insieme ai partner SRG SSR e l’Association «Quartz» Genève Zürich. Collaborano all’organizzazione anche Swiss Films, l’Accademia del Cinema Svizzero e le Giornate di Soletta. Il riconoscimento ufficiale della creazione cinematografica svizzera è un impegno della Confederazione dal 2012.
 


Indirizzo cui rivolgere domande

Sul Premio d’onore 2019:
Daniel Menna, responsabile supplente Comunicazione, Ufficio federale della cultura, tel. +41 58 469 69 50, daniel.menna@bak.admin.ch

L’accredito per assistere alla cerimonia del Premio del cinema svizzero può essere richiesto al seguente link: https://www.schweizerfilmpreis.ch/it/media/accreditamento/.

Per richieste d’interviste rivolgersi a Stefanie Christ, tel. +41 76 427 96 96


Pubblicato da

Ufficio federale della cultura
http://www.bak.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-74111.html