Il Consiglio federale rafforza la ciberdifesa militare

Berna, 30.01.2019 - Per poter adempiere il suo mandato in ogni momento, l’esercito deve essere in grado di proteggere i propri sistemi informatici dai ciberattacchi. Nella sua seduta del 30 gennaio 2019 il Consiglio federale ha disciplinato mediante una nuova ordinanza l’organizzazione e le competenze per la salvaguardia della sicurezza militare nel ciberspazio; in questo modo l’esercito disporrà degli strumenti necessari per l’autoprotezione. L’ordinanza entrerà in vigore il 1° marzo 2019 e precisa le disposizioni legali che sono state create per l’ulteriore sviluppo dell’esercito.

Il numero di attacchi a sistemi e reti informatiche è fortemente aumentato e continuerà a crescere, e la Svizzera non ne è esclusa. L’esercito può diventare a sua volta l’obiettivo di attacchi e necessita quindi di strumenti efficaci per proteggersi e difendersi nel ciberspazio. L’esercito deve essere in grado di impiegare in modo sicuro i propri sistemi di informazione e reti informatiche in ogni situazione di minaccia. Solo in questo modo potrà adempiere il proprio mandato e proteggere la popolazione svizzera.

Il Consiglio federale rafforza l’autoprotezione dell’esercito

Nel quadro dell’ulteriore sviluppo dell’esercito (USEs) il Parlamento ha già definito le basi legali per la ciberdifesa militare. Con la nuova ordinanza sulla ciberdifesa militare (OCDM) il Consiglio federale definisce le basi legali per l’autoprotezione e l’autodifesa dell’Esercito svizzero nel ciberspazio. L’ordinanza disciplina in particolare l’organizzazione e le competenze della ciberdifesa militare, lo svolgimento e l’autorizzazione di un’attività militare nel ciberspazio nonché il controllo e la vigilanza degli organi competenti.

Nessuna responsabilità globale dell’ambito ciber

L’esercito non ha la responsabilità globale dell’ambito ciber in Svizzera e con tale ordinanza non ottiene nemmeno competenze oltre l’autoprotezione e l’autodifesa. L’ordinanza illustra tuttavia in dettaglio come l’Esercito svizzero attuerà l’autoprotezione e l’autodifesa nel ciberspazio. Disciplina inoltre i compiti del Consiglio federale e del capo del DDPS e contiene le disposizioni esecutive nell’ambito dell’impiego, dell’istruzione e della ricerca.


Indirizzo cui rivolgere domande

Lorenz Frischknecht
Portavoce del DDPS
+41 58 484 26 17



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale del DDPS
https://www.vbs.admin.ch/

Aggruppamento Difesa
http://www.vtg.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-73808.html