Politica europea: modalità di svolgimento delle consultazioni concernenti la bozza di accordo istituzionale

Berna, 16.01.2019 - Nella sua seduta del 16 gennaio 2019 il Consiglio federale ha deciso le modalità di svolgimento delle consultazioni concernenti la bozza di accordo istituzionale tra la Svizzera e l’Unione europea (UE). Le consultazioni degli ambienti interessati saranno condotte in maniera interattiva, sotto forma di incontri, e consentiranno di illustrare la bozza di accordo e di rispondere alle domande sollevate. In primavera il Consiglio federale esaminerà lo stato delle consultazioni.


In occasione della sua seduta del 7 dicembre 2018, il Consiglio federale ha preso atto dell’esito dei negoziati relativi all’Accordo istituzionale tra la Svizzera e l’UE e del fatto che quest’ultima li considera conclusi. Il Collegio ha incaricato il DFAE di condurre, in collaborazione con il DEFR e il presidente della Confederazione, consultazioni sulla bozza di accordo.
 
Non sono previste consultazioni ai sensi della legge federale sulla procedura di consultazione e l’intenzione è di organizzare incontri e contatti diretti per raccogliere i pareri delle cerchie consultate. L’obiettivo è, innanzitutto, aprire un dialogo interattivo sui vantaggi e gli svantaggi della bozza di accordo, chiarire le posizioni dei principali attori svizzeri e definire una posizione consolidata sui punti in sospeso. Dopo ogni incontro  il Consiglio federale si aspetta una presa di posizione per iscritto.

Gli incontri saranno organizzati in presenza di una delegazione del Consiglio federale, del segretario di Stato Roberto Balzaretti e di altri esperti.

Tra le cerchie consultate si annoverano, in particolare, 1) le commissioni parlamentari della politica estera e quelle dell’economia e dei tributi, 2) la Conferenza dei Governi cantonali, 3) i partiti politici che dirigono un gruppo parlamentare, 4) i partner sociali (sindacati e organizzazioni dei datori di lavoro), 5) i rappresentanti dell’economia e 6) la comunità scientifica.

Il testo della bozza di accordo  è stato tradotto in tedesco e in italiano ed è stato preparato un documento esplicativo nelle tre lingue ufficiali.

Il DFAE, in collaborazione con il DEFR e il presidente della Confederazione, è incaricato di informare nel corso della primavera il Consiglio federale in merito allo stato delle consultazioni e di sottoporgli una proposta sulle successive tappe.


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione DFAE
Tel. +41 58 462 31 53
info@eda.admin.ch



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/recent/media.html

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-73677.html