Piano settoriale dei trasporti: il Consiglio federale adotta la revisione della parte concernente l'infrastruttura ferroviaria

Berna, 07.12.2018 - Nella seduta del 7 dicembre 2018 il Consiglio federale ha adottato i complementi e gli adattamenti della parte del Piano settoriale dei trasporti (SIS) relativa all'infrastruttura ferroviaria. Nel documento è stata in particolare aggiornata la rete strategica delle linee per il trasporto della corrente di trazione e integrata una nuova officina per la BLS a ovest di Berna.

Il Piano settoriale dei trasporti è uno strumento di pianificazione e coordinamento utilizzato dalla Confederazione per armonizzare lo sviluppo dei vari comparti di trasporto (strada, rotaia, aviazione, navigazione) tra di loro e con quello del territorio. Il piano consta di una parte «programmatica», in vigore dalla primavera del 2006, e di parti «attuative» concernenti i differenti modi di trasporto che, sulla base di linee guida stabilite nella parte programmatica, definiscono obiettivi e principi vincolanti per le autorità federali e cantonali.

La parte attuativa relativa all'infrastruttura ferroviaria, che a sua volta si articola in una parte «concettuale» e in una contenente specifiche «schede di coordinamento», è sottoposta ai periodici aggiornamenti del caso. Con quello adottato oggi dal Consiglio federale si è provveduto ad aggiornare, nella parte concettuale, la rete strategica della corrente di trazione e a introdurre criteri di attribuzione dei chilometri disponibili per l'interramento delle linee a 132 kW delle FFS.

Nelle schede di coordinamento, invece, è stata integrata una nuova officina per la BLS da realizzare a Chliforst Nord. L'officina, la cui entrata in servizio è prevista per il 2025, è destinata alla manutenzione leggera del materiale rotabile. Per la sua ubicazione il Cantone di Berna aveva studiato 44 possibili siti. Nell'ambito della procedura di aggiornamento del piano il loro numero è stato ristretto a due: Chliforst Nord e Niederbottigen. Ciascun sito presentava vantaggi e inconvenienti: per il primo si sarebbe dovuto procedere al disboscamento dell'area, mentre il secondo avrebbe implicato numerose espropriazioni. La scelta è caduta su Chliforst Nord dopo un'attenta ponderazione di tutti gli interessi in gioco.

L'aggiornamento ha effetto immediato.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti, Settore Informazione, Tel. +41 58 462 36 43, presse@bav.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ufficio federale dello sviluppo territoriale
https://www.are.admin.ch/are/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-73268.html