Materie prime: il Consiglio federale si impegna a mantenere la competitività e l’integrità della piazza economica

Berna, 30.11.2018 - Il settore delle materie prime riveste una grande importanza per l’economia svizzera. Considerando i progressi compiuti dal 2013 nonché le sfide persistenti e le nuove tendenze in questo settore, il Consiglio federale ha adottato nella sua seduta del 30 novembre 2018 un rapporto con 16 nuove raccomandazioni per rafforzare le procedure e la posizione internazionale della Svizzera.

Il rapporto, pubblicato cinque anni dopo il rapporto di base sulle materie prime del 2013 che ha gettato le basi per la politica del Governo in questo ambito, presenta una rivalutazione della situazione del settore delle materie prime. Il Consiglio federale è consapevole dell’importanza di questo settore: nel 2017 le entrate provenienti da attività commerciali in questo ambito ammontavano al 3,8 per cento del PIL svizzero. In considerazione dell’inasprimento della concorrenza internazionale e dello sviluppo di nuove tecnologie, il contesto normativo e politico ricopre un ruolo fondamentale per l’attrattiva della piazza economica svizzera. Il rapporto constata inoltre che il settore delle materie prime deve tuttora affrontare sfide legate al rispetto dei diritti umani, alla mobilitazione delle risorse locali per il finanziamento dello sviluppo e alla protezione dell’ambiente, in particolare per quanto riguarda le attività di estrazione. Infine, evidenzia la necessità di migliorare il quadro analitico e la disponibilità di dati quantitativi relativi al settore.

Il presente rapporto delinea tre prospettive d’azione. Innanzitutto raccomanda cinque misure per rafforzare la competitività e la capacità d’innovazione della piazza economica svizzera, migliorando in tal modo le condizioni quadro generali. In secondo luogo propone sette misure per rafforzare l’integrità e la sostenibilità mediante la promozione e l’attuazione di standard internazionali. In terzo luogo presenta quattro misure incentrate sul contesto generale in cui si svolgono queste attività in Svizzera, allo scopo di rafforzare il quadro analitico, il dialogo con le parti interessate e il coordinamento.

Il rapporto conferma l’attuale strategia adottata dal Consiglio federale per il settore delle materie prime, intesa a mantenere la competitività e l’integrità della piazza economica svizzera. Il Consiglio federale ha incaricato la piattaforma interdipartimentale sulle materie prime – diretta alternativamente dal Dipartimento federale delle finanze (DFF), dal Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) e dal Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) – di coordinare l’attuazione delle raccomandazioni formulate e di redigere entro fine 2020 un rapporto in merito.


Indirizzo cui rivolgere domande

Frank Wettstein, Comunicazione, Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali SFI
Tel. +41 58 462 38 56, frank.wettstein@sif.admin.ch

Antje Baertschi, Comunicazione
Segreteria di Stato dell’economia SECO
Tel. +41 58 463 52 75
antje.baertschi@seco.admin.ch

Informazione DFAE
Tel. +41 58 462 31 53
info@eda.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Dipartimento federale degli affari esteri
http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/recent/media.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-73197.html