Il Consiglio federale intende promuovere un maggior utilizzo dei dati pubblici aperti

Berna, 30.11.2018 - Dal 2020 tutti i dati pubblicati dagli organi federali dovranno essere aperti, cioè utilizzabili liberamente e suscettibili di essere trattati con l’ausilio di mezzi informatici. È questo l’obiettivo principale della seconda strategia open government data (2019 – 2023) adottata oggi dal Consiglio federale, che intende così promuovere trasparenza, partecipazione e innovazione.

Con la strategia open government data (strategia OGD), le nuove collezioni di dati dovranno essere pubblicate come dati pubblici aperti sul portale centrale opendata.swiss, nel limite del possibile in sintonia con la domanda sin dall'inizio. Le collezioni già pubblicate saranno rese accessibili al più presto. Dovrà essere promossa anche la fruizione dei dati, per esempio rafforzando le pertinenti competenze od offrendo piattaforme di contatto per produttori e fruitori di dati. In questo modo si intende sostenere il cambiamento culturale di cui sono espressione gli OGD.

Vincolante per l'Amministrazione federale, la strategia intende al contempo incoraggiare Cantoni, Comuni e aziende parastatali a intensificare la loro partecipazione. Anche i privati che trattano dati per conto della Confederazione sono invitati a pubblicarli come dati aperti. Dalla strategia restano esclusi i dati per cui sia preponderante un legittimo interesse di protezione, per esempio la protezione dei dati o la protezione del segreto d'affari.

Il Consiglio federale ha incaricato il Dipartimento federale dell'interno di verificare se, per creare condizioni quadro ottimali, sia opportuno fissare per legge i principi OGD. In seno alla Segreteria generale del DFI sarà istituito un servizio per il coordinamento dell'attuazione della strategia. La responsabilità operativa (gestione e sviluppo del portale) passerà invece all'Ufficio federale di statistica. Entrambi i compiti erano finora di competenza dell'Archivio federale svizzero.

Con la nuova strategia, il Consiglio federale intende rafforzare la politica OGD e partecipare attivamente all'impostazione e allo sviluppo del cambiamento strutturale in atto sulla scia della digitalizzazione. Il libero accesso ai dati pubblici promuove la trasparenza e la partecipazione, rafforza il senso di responsabilità e contribuisce ad accrescere il valore aggiunto, per esempio incoraggiando l'innovazione o rendendo possibile la realizzazione di nuovi modelli commerciali. Con la strategia OGD 2014-2018, gestita dall'Archivio federale, sono già stati compiuti importanti passi, primo fra tutti l'attivazione, nel 2016, della piattaforma opendata.swiss, sulla quale sono nel frattempo pubblicati oltre 6000 set di dati. La nuova strategia 2019-2023 è fondata sulla strategia «Svizzera digitale» e sulla prossima strategia di e-government Svizzera e sarà attuata nel quadro delle risorse disponibili.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio informazioni DFI, +41 58 462 85 79
media@gs-edi.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DFI
http://www.edi.admin.ch

Archivio federale svizzero
http://www.bar.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-73188.html