Il presidente della Confederazione Berset e la consigliera federale Leuthard in Polonia per la Conferenza dell’ONU sul clima

Berna, 26.11.2018 - Il presidente della Confederazione Alain Berset e la consigliera federale Doris Leuthard parteciperanno alla prossima Conferenza dell’ONU sul clima che si terrà dal 3 al 14 dicembre 2018 a Katowice in Polonia. La comunità internazionale sarà chiamata a definire le direttive per l’attuazione dell’Accordo di Parigi sul clima (Paris Rulebook). La Svizzera vuole impegnarsi per una regolamentazione dettagliata.

Lunedì 3 dicembre il presidente della Confederazione Berset aprirà la COP24 (24th Conference of the Parties) unitamente a circa 45 capi di Stato e di Governo. L'incontro al vertice prevede tra l'altro l'adozione della «Silesia Declaration», che stabilisce le modalità secondo cui la comunità internazionale intende far fronte ai cambiamenti climatici, una delle maggiori sfide del nostro tempo. Si tratta sostanzialmente di stabilire i passi da intraprendere ai fini di una transizione giusta e solidale verso una società rispettosa del clima.

La consigliera federale Doris Leuthard, capo del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC), parteciperà all'incontro ministeriale in programma il 12 dicembre. I ministri discuteranno in tale occasione anche sullo sviluppo degli obiettivi di riduzione a livello nazionale.

Gli attuali obiettivi di riduzione adottati dai diversi Stati non bastano per limitare l'aumento globale della temperatura a un livello nettamente al di sotto dei 2 gradi, ovvero a 1,5 gradi come previsto dall'Accordo. È quanto risulta anche dal rapporto del Gruppo intergovernativo di esperti sui cambiamenti climatici (Intergovernmental Panel on Climate Change, IPCC) pubblicato lo scorso ottobre. Anch'esso fissa a 2, rispettivamente a 1,5 gradi Celsius, il riscaldamento planetario massimo e chiede la riduzione delle emissioni necessaria a tale scopo.

Durante la sessione invernale il Consiglio nazionale delibererà sulla revisione della legge sul CO2. Secondo gli intenti del Consiglio federale, la revisione dovrà servire ad attuare gli impegni assunti dalla Svizzera nel quadro dell'Accordo di Parigi sul clima. L'obiettivo è di ridurre entro il 2030 le emissioni di gas a effetto serra del 50 per cento rispetto al 1990.

Il mandato della delegazione svizzera per la conferenza di Katowice è stato approvato dal Consiglio federale nel settembre 2018. Esso prevede che la Svizzera si adoperi a favore di direttive incisive e dettagliate che garantiscano un'efficace attuazione dell'Accordo di Parigi, il quale impone a tutti gli Stati di intraprendere dal 2020 passi concreti per proteggere il clima in funzione delle loro responsabilità e dei mezzi
disponibili.

In vista della Conferenza, il presidente della Confederazione Berset ha preso parte al vertice virtuale del Forum sulla vulnerabilità climatica (Climate Vulnerable Forum), tenutosi il 22 novembre 2018. In tale occasione gli Stati fortemente colpiti dal cambiamento climatico hanno scambiato le loro opinioni attraverso una piattaforma e si sono impegnati in favore di un'attuazione rapida e vincolante dell'Accordo di Parigi.


Indirizzo cui rivolgere domande

Servizio d’informazione del DFI
+41 (0)58 462 80 33, media@gs-edi.admin.ch

Harald Hammel, Servizio stampa DATEC
+41 (0)58 463 12 74, harald.hammel@gs-uvek.admin.ch



Pubblicato da

Segreteria generale DFI
http://www.edi.admin.ch

Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Dipartimento federale degli affari esteri
http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/recent/media.html

Ufficio federale dell'ambiente UFAM
http://www.bafu.admin.ch/it

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-73088.html