Penalizzazione fiscale del matrimonio: una perizia esterna raccomanda una base di dati più ampia per l’AFC

Berna, 08.11.2018 - Le basi statistiche sull’imposta federale diretta a cui può ricorrere l’Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) sono insufficienti. Resta pertanto approssimativa in particolare la stima del numero di persone interessate dalla cosiddetta «penalizzazione del matrimonio». Questo è quanto emerso da una perizia esterna commissionata dal Dipartimento federale delle finanze (DFF). Nella sua seduta del 7 novembre 2018 il Consiglio federale è stato informato sui risultati di questa indagine.

Il 15 giugno 2018 il DFF ha comunicato che le coppie sposate con doppio reddito interessate dalla penalizzazione fiscale del matrimonio nell’ambito dell’imposta federale diretta sono molto più numerose di quanto ipotizzato inizialmente. Da un nuovo metodo di stima applicato dall’AFC nella primavera del 2018 è risultato che le coppie sposate con doppio reddito interessate dalla penalizzazione fiscale non sono 80 000, ma circa 450 000. Il consigliere federale Ueli Maurer ha quindi commissionato una perizia esterna sul metodo di stima e sui dati statistici dell’AFC.

Nella sua seduta del 7 novembre 2018 il Consiglio federale è stato informato sui risultati di tale verifica. L’esperto incaricato dal DFF, il professor Raphaël Parchet dell’Università della Svizzera italiana, è giunto alla conclusione che il nuovo metodo di stima dell’AFC sul numero di persone interessate dalla penalizzazione del matrimonio è di principio corretto. È invece critico riguardo alle basi statistiche insufficienti utilizzate per la stima. Le indicazioni relative alle ripercussioni finanziarie della riforma dell’imposta federale diretta in corso (equità dell’imposizione delle coppie e delle famiglie, 18.034) e in particolare al numero di persone interessate manterrebbero quindi un notevole grado di imprecisione.

Secondo le raccomandazioni dell’esperto, l’AFC dovrebbe disporre di tutti gli elementi rilevanti della dichiarazione d’imposta necessari alla tassazione dell’imposta federale diretta, compresi i redditi e le deduzioni dei singoli contribuenti. Le autorità fiscali cantonali sono in possesso di tali dati, mentre l’AFC non può accedervi o solo in misura limitata. Il DFF vaglierà le misure con cui sarà possibile migliorare la base di dati dell’AFC riguardo all’imposta federale diretta.

Indipendentemente dalla perizia esterna, l’AFC ha riesaminato i processi interni e introdotto diverse misure di ottimizzazione. Quale provvedimento principale, in futuro determinate stime dovranno essere trasmesse a un perito esterno ai fini di una verifica di plausibilità.


Indirizzo cui rivolgere domande

Peter Minder, capo della Comunicazione DFF
Tel. 058 462 63 01, peter.minder@gs-efd.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale delle finanze
https://www.efd.admin.ch/efd/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-72845.html