Politica d’armamento: il Consiglio federale approva gli accordi con il Sudafrica

Berna, 24.10.2018 - Il Consiglio federale vuole approfondire la cooperazione con il Sudafrica nel settore degli armamenti. Nella sua seduta del 24 ottobre 2018 ha approvato un accordo sulla reciproca protezione delle informazioni classificate e un accordo di cooperazione nel settore degli armamenti. L’accento è posto sulla collaborazione con le Forze aeree sudafricane e con l’autorità competente per gli acquisti e la ricerca.

Negli ultimi anni la cooperazione in materia di armamenti tra la Svizzera e il Sudafrica si è ulteriormente sviluppata nei settori della scienza e della tecnologia, dell’aviazione nonché della condotta e dell’esplorazione. Dal 2014 l’Ufficio federale dell’armamento (armasuisse) scambia informazioni con il Council for Scientific and Industrial Research (CSIR) sudafricano sulle tendenze della ricerca nel settore dei radar, dell’optronica e del combattimento elettronico. Inoltre, nel settore dell’autoprotezione vi è un intenso scambio di informazioni e di esperienze con le Forze aeree sudafricane e l’autorità sudafricana competente per l’armamento da quando l’Esercito svizzero ha acquistato il sistema di autoprotezione ISSYS per elicotteri da un produttore sudafricano 20 anni fa.

Sono quindi necessari, come con altri Stati, accordi bilaterali che disciplinino lo scambio di informazioni e la collaborazione.

Scambio di informazioni sensibili

Sulla base del nuovo accordo sulla protezione delle informazioni è possibile scambiare informazioni classificate o garantirvi l’accesso secondo gli standard internazionali. L’accordo disciplina le condizioni che regolano tali scambi. Accordi di questo tipo permettono anche a ditte svizzere di candidarsi per mandati con contenuti classificati oggetto di un bando di concorso emesso dallo Stato partner. La Svizzera ha concluso accordi sullo scambio e sulla reciproca protezione di informazioni classificate inerenti al settore militare con numerosi Stati e organizzazioni.

Collaborazione con l’autorità competente per gli acquisti e la ricerca

L’accordo sulla protezione delle informazioni costituisce anche la base per un accordo giuridicamente vincolante in materia di cooperazione nel settore degli armamenti. Tale accordo verte su una collaborazione con l’autorità sudafricana competente per gli acquisti ARMSCOR e l’organizzazione di ricerca e di sviluppo CSIR, in particolare nei settori dell’autoprotezione, dei radar, dell’optronica e del combattimento elettronico. Nell’accordo viene stabilito che entrambi gli Stati intendono approfondire la loro collaborazione in materia di armamenti negli ambiti della gestione e della manutenzione di materiale d’armamento nonché dell’assistenza tecnica, impiegare le loro risorse in modo mirato e rafforzare l’efficienza della propria industria degli armamenti. Il Consiglio federale ha conferito al DDPS l’autorizzazione a firmare gli accordi, che entreranno in vigore con la firma dei due Stati.


Indirizzo cui rivolgere domande

Lorenz Frischknecht, Portavoce del DDPS
+41 58 484 26 17


Pubblicato da

Armasuisse
http://www.ar.admin.ch/

Aggruppamento Difesa
http://www.vtg.admin.ch

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale del DDPS
https://www.vbs.admin.ch/

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-72649.html