Il Consiglio federale raccomanda di res-pingere l'iniziativa popolare «Per la dignità degli animali da reddito agricoli (iniziativa per vacche con le corna)»

Berna, 16.10.2018 - Il 25 novembre 2018 il Popolo svizzero sarà chiamato a pronunciarsi sull'iniziativa popolare «Per la dignità degli animali da reddito agricoli (iniziativa per vacche con le corna)». L'iniziativa chiede che i detentori di vacche, tori riproduttori, capre e becchi riproduttori ottengano un contributo per animali adulti provvisti di corna. Ciò rischia di creare falsi incentivi e di essere più dannoso che utile per il benessere degli animali. L'iniziativa limiterebbe, inoltre, la responsabilità individuale degli agricoltori. Il Consiglio federale raccomanda pertanto di respingere il progetto.

L'iniziativa popolare «Per la dignità degli animali da reddito agricoli (iniziativa per vacche con le corna)» è stata depositata a marzo 2016 dal gruppo d'interessi favorevole alle vacche con le corna. Per gli autori dell'iniziativa si tratta di far crescere nuovamente il numero di vacche, tori riproduttori, capre e becchi riproduttori adulti provvisti di corna. A tal fine chiedono che la Confederazione sostenga finanziariamente gli agricoltori che detengono animali con le corna.

La politica agricola svizzera è tra quelle che incoraggia maggiormente le forme di detenzione particolarmente rispettose del benessere degli animali. Quanto più è elevato il numero di animali con le corna detenuti, tanto maggiore è il rischio d’infortuni per l'uomo e gli animali. Per questo motivo può rendersi necessaria una detenzione di animali che ne limiti il movimento, contrastando la politica agricola attuale e futura che promuove una forma di allevamento rispettosa degli animali.

Per finanziare la sovvenzione correlate all'iniziativa, sarebbe necessario ridurre contributi già esistenti. Infatti non sarebbero stanziati fondi supplementari per l'agricoltura. Inoltre un'accettazione dell'iniziativa provocherebbe più burocrazia per gli agricoltori.

In quanto imprenditori che beneficiano di una libertà di scelta, gli agricoltori devono poter decidere se desiderano o no detenere animali da reddito con o senza corna. La Confederazione ritiene che non debba limitare tale libertà offrendo dei contributi supplementari. 

Il Consiglio federale attribuisce un’importanza notevole a una politica agricola che risponda alle aspettative in materia di benessere degli animali. Considera questa nuova disposizione costituzionale controproducente e per questo motivo raccomanda quindi di respingere l'iniziativa.              


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DEFR
Tel: +41 58 462 20 07, info@gs-wbf.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-72518.html