Utilizzo della rete ferroviaria nella regione di Zurigo: l'UFT davanti al Tribunale federale

Berna, 12.07.2018 - In una sua decisione intermedia il Tribunale amministrativo federale (TAF) dà ragione ai ricorrenti: deve essere consentita la circolazione di singoli treni supplementari della S3 tra Zurigo e Bülach, seppur a scapito della capacità per il traffico merci su rotaia. L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) impugnerà tale decisione davanti al Tribunale federale, poiché di base vengono messi in discussione senso e scopo dei nuovi strumenti per l'utilizzo della rete.

In Svizzera la popolarità della ferrovia implica un continuo aumento della richiesta di collegamenti ferroviari, in particolare negli agglomerati. La rete, seppur costantemente ampliata, può riscontrare delle difficoltà di capacità, che penalizzano in primo luogo il traffico merci, per i cui treni si stenta a trovare tracce (diritti di utilizzo o "slot").

Onde poter garantire le tracce necessarie anche al traffico merci, da inizio 2017 la Svizzera dispone di due moderni strumenti: il programma di utilizzazione della rete adottato dal Consiglio federale e i piani di utilizzazione della rete dei gestori dell'infrastruttura approvati dall'UFT. Il primo riserva un numero minimo di tracce a ogni tipo di traffico; i secondi lo concretizzano per ogni singolo anno d'orario. Mediante questi strumenti il Parlamento, in qualità di legislatore, ha creato un quadro chiaro volto a garantire il traffico merci: affinché l'economia svizzera possa rifornirsi di merci e il traffico merci su rotaia possa salvaguardare i propri vantaggi, quest’ultimo deve disporre di un minimo di capacità. Di conseguenza, può succedere che singoli treni viaggiatori non possano circolare anche se ve ne sarebbe la richiesta. I passeggeri e i committenti possono biasimare tale situazione, ma questo è il risultato di una ponderazione degli interessi tra diverse esigenze economiche.

Nella fattispecie, una traccia riservata al traffico merci impedisce la circolazione di singoli treni supplementari della S3 tra Zurigo e Bülach durante le ora di punta. La Città di Bülach, il Cantone di Zurigo e la ZVV hanno impugnato davanti al TAF i rispettivi piani di utilizzazione della rete approvati dall'Ufficio federale dei trasporti (UFT).

Quale misura precauzionale, il Tribunale ha ordinato all'UFT di consentire la circolazione di tutti i treni supplementari in questione. L'UFT, a sua volta, impugnerà questa decisione intermedia. In caso di conflitto su una traccia riservata, infatti, il traffico merci ha la priorità rispetto a quello viaggiatori. Nel caso concreto, la corsa interessata è quella della S3 in partenza da Zurigo Hardbrücke alle 17.59 e diretta a Bülach, che penalizza un treno merci. Secondo l'UFT vi sono altri sei treni supplementari della S3, anch'essi transitanti su tracce riservate per il traffico merci, che potrebbero essere temporaneamente autorizzati, poiché negli orari previsti non circolano treni merci.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch


Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-71588.html