L'UFT garantisce il cofinanziamento del Gateway Basilea Nord

Berna, 09.07.2018 - L'Ufficio federale dei trasporti (UFT) ha esaminato e dato esito positivo alla richiesta di finanziamento della Gateway Basilea Nord AG (GBN) per la costruzione di un grande terminale per il trasbordo ferrovia/strada di container. Il progetto previsto nell'area dell'ex stazione basilese di smistamento sarà sostenuto con contributi d'investimento pari a circa 83 milioni di franchi. La procedura di approvazione dei piani non è ancora conclusa.

La GBN ha inoltrato all'UFT una domanda di cofinanziamento per un impianto di trasbordo del traffico combinato, con il quale sarà possibile trasferire container e casse mobili. La prima tappa («fase di costruzione 1.1+») prevede la realizzazione del trasbordo tra la ferrovia e la strada e, di conseguenza, la creazione dei presupposti per un trasferimento dei container destinati al traffico d’importazione e d’esportazione su treni di lunghezza fino a 750 metri. Il nuovo grande terminale consente inoltre il raggruppamento e la distribuzione capillare delle merci per il traffico interno su rotaia.

I costi di questa prima tappa ammontano a 130 milioni di franchi, 83 dei quali provengono dalle casse della Confederazione. La decisione dell'UFT poggia sulla legge sul trasporto di merci, che prevede la concessione di contributi d'investimento da parte della Confederazione per la costruzione, l'ampliamento e l'ammodernamento di impianti di trasbordo del traffico combinato.

I fondi garantiti dall'UFT sono vincolati a una condizione: nei primi dieci anni di esercizio dovranno essere trasferiti circa 1,9 milioni di container, dei quali inizialmente il 45, e in un secondo momento, il 50 per cento dovrà essere ridistribuito per ferrovia in Svizzera. L'UFT ha inoltre stabilito oneri volti a garantire all'intero settore della logistica un utilizzo del nuovo impianto alle stesse condizioni applicate alle imprese partecipanti al GBN Contargo, Hupac e FFS Cargo. Per ulteriori dettagli in merito al progetto e alla decisione dell'UFT si rimanda alla scheda informativa allegata.

Per poter avviare la prima tappa del Gateway Basilea Nord è necessaria anche un'approvazione dei piani. L'UFT non ha ancora concluso la relativa procedura, ma prevede di farlo entro inizio 2019. Contro il progetto sono state inoltrate diverse opposizioni.

In una seconda tappa, da portare a termine entro il 2023, la GBN intende ampliare l'impianto di trasbordo e collegarlo alla navigazione sul Reno. A questo scopo i Porti renani svizzeri (SRH) prevedono un terzo bacino portuale. Nel quadro di una decisione separata l'UFT ha riconosciuto, di principio, il diritto all’incentivazione della seconda tappa di costruzione.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dei trasporti
Servizio stampa
+41 (0)58 462 36 43
presse@bav.admin.ch



Pubblicato da

Ufficio federale dei trasporti
https://www.bav.admin.ch/bav/it/home.html

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-71518.html