Air2030 – Domanda di offerta inoltrata agli enti governativi delle aziende produttrici di aviogetti da combattimento

Berna, 06.07.2018 - L'inoltro della prima domanda di offerta per nuovi aviogetti da combattimento agli enti governativi dei paesi produttori è stato effettuato. armasuisse attende le offerte entro la fine di gennaio 2019.

Basandosi sui requisiti resi pubblici dal DDPS il 23 marzo 2018, il 6 luglio 2018 armasuisse ha inoltrato una domanda di offerta per nuovi aviogetti da combattimento agli enti governativi delle cinque aziende produttrici contemplate: Germania (Airbus Eurofighter), Francia (Dassault Rafale), Svezia (Saab Gripen E) e Stati Uniti (Boeing F/A-18 Super Hornet, Lockheed-Martin F-35A). Gli enti governativi contattati avranno ora tempo fino a fine gennaio 2019 per proporre un'offerta ad armasuisse.

Tali offerte dovranno includere tra le altre cose i seguenti elementi:

  • Calcolo della quantità di aviogetti necessari dal punto di vista del produttore per soddisfare le esigenze delle Forze aeree svizzere (inclusa la permanenza in aria continua di 4 aeromobili per 4 settimane).
  • Costo per 40 e 30 aviogetti, inclusa logistica e armi teleguidate come base di partenza per la definizione successiva dei quantitativi richiesti.
  • Informazioni e proposte di cooperazione tra le forze armate e autorità coinvolte nella fornitura.
  • Indicazioni su possibili attività di offset.

Valutazione e analisi costi/benefici

In seguito, le indicazioni dei produttori verranno analizzate dettagliatamente. In questo ambito, il DDPS ha stabilito quattro criteri principali per la valutazione dell'utilità dei sistemi, suddivisi nel seguente ordine d'importanza:

Efficacia (efficacia operativa, autonomia operativa)  55%
Supporto al prodotto (facilità di manutenzione, autonomia di assistenza)  25%
Cooperazione  10%
Offset diretti  10%

Questi criteri di valutazione verranno applicati anche per la difesa terra-aria (DTA), per la quale la domanda di offerta verrà inviata presumibilmente in tarda estate.

Nel confronto dei candidati per il nuovo aviogetto da combattimento e il nuovo sistema di difesa terra-aria verranno considerati sia i costi di acquisizione che quelli di utilizzo.

Fasi successiva

Da maggio a luglio 2019, i velivoli dovranno essere sottoposti in fasi successive ad una prova in aria e al suolo a Payerne, seguita da una seconda domanda di offerta da parte di armasuisse a novembre 2019, che dovrà ricevere risposta entro fine maggio 2020. In questa seconda domanda di offerta aggiornata confluiranno le nozioni acquisite in seguito alle prove in aria e al suolo, nonché le informazioni e i dati raccolti con la valutazione della prima offerta. Con la seconda domanda, ai produttori verrà richiesto di proporre l'offerta più vantaggiosa per la Svizzera.

Da giugno a fine 2020 verrà realizzato un rapporto di valutazione, che verrà infine inviato al Consiglio federale insieme a quello per il sistema di difesa terra-aria per la selezione finale.


Indirizzo cui rivolgere domande

Kaj-Gunnar Sievert
Responsabile comunicazione armasuisse
Tel. +41 58 46 46247



Pubblicato da

Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport
http://www.vbs.admin.ch

Aggruppamento Difesa
http://www.vtg.admin.ch

Armasuisse
http://www.ar.admin.ch/

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-71511.html