Politica europea: stato dei negoziati sulle questioni istituzionali e prossime tappe (Ultima modifica 04.07.2018)

Berna, 04.07.2018 - Nella seduta del 4 luglio 2018, il Consiglio federale ha preso atto dei progressi tecnici registrati nell’ambito dei negoziati istituzionali con l’Unione europea (UE) e ha affidato alla delegazione responsabile, sulla base del mandato negoziale vigente, il compito di proseguire i colloqui con l’UE in vista di un’intesa.

Il 2 marzo 2018, il Consiglio federale ha precisato il mandato negoziale del 18 dicembre 2013 sulle questioni istituzionali al fine di trovare un’intesa con l’Unione europea (UE). Da allora si sono tenute cinque tornate di negoziati sul progetto di un accordo istituzionale e tre incontri, a livello di coordinatore capo, tra la Svizzera e l’UE. 

Il 4 luglio 2018, il Collegio ha preso atto dei progressi tecnici compiuti nell’ambito dei negoziati. Per quanto riguarda la risoluzione delle controversie basata su una soluzione arbitrale, si avvicina la possibilità di arrivare a un consenso.

Il Governo ha anche discusso le questioni ancora aperte in materia di libera circolazione delle persone, ribadendo le linee rosse già tracciate.

A questo proposito, nel corso dell’estate, il DEFR, in collaborazione con il DFAE e il DFGP, sentirà il parere dei partner sociali e dei Cantoni.  

Aiuti di Stato e articolo 23 del regolamento sui mercati degli strumenti finanziari (MiFIR)
In materia di aiuti di Stato, il Governo ha ribadito l’intenzione di definire una soluzione che includa disposizioni di carattere non giustiziabile nell’accordo istituzionale e di negoziare le disposizioni materiali vincolanti nel quadro specifico di un futuro accordo sull’accesso al mercato, per esempio quello sull’accesso al mercato dell’energia elettrica. Durante la seduta, si è discusso anche dei negoziati su tale accordo.

Il Consiglio federale riafferma la sua posizione: la Svizzera soddisfa tutte le condizioni per un riconoscimento illimitato dell’equivalenza della regolamentazione svizzera in materia di mercati borsistici da parte dell’UE e auspica quindi un riconoscimento illimitato di tale equivalenza ai sensi dell’articolo 23 del MiFIR.

Prossima tappa
Il Consiglio federale traccerà un nuovo bilancio dopo l’estate sulla base dell’esito dei vari colloqui.


Indirizzo cui rivolgere domande

Informazione DFAE
Tel. +41 58 462 31 53
info@eda.admin.ch

Segreteria di Stato dell'economia
medien@seco.admin.ch

Servizio d'informazione DFGP
Tel: +41 58 462 18 18
info@gs-ejpd.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale degli affari esteri
http://www.eda.admin.ch/eda/it/home/recent/media.html

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Segreteria di Stato dell'economia
http://www.seco.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-71471.html