Il Consiglio federale nomina la nuova Segretaria di Stato della SEFRI, Martina Hirayama

Berna, 04.07.2018 - Su proposta del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) il Consiglio federale ha nominato il 4 luglio 2018 Martina Hirayama a capo della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI). La nuova Segretaria di Stato entrerà in carica il 1° gennaio 2019 per subentrare a Mauro Dell’Ambrogio, che a fine novembre 2018 raggiungerà l’età pensionabile ordinaria.

Martina Hirayama è presidente del consiglio d’istituto dell’Istituto federale di metrologia (METAS) dal 2012. Dal 2011 ricopre inoltre la carica di vicepresidente del consiglio di amministrazione di Innosuisse, l’agenzia per la promozione dell’innovazione (ex Commissione per la tecnologia e l’innovazione fino alla fine del 2017) e dal 2016 è membro del consiglio di fondazione del Fondo nazionale svizzero. Oltre a dirigere la ZHAW School of Engineering dal 2011 (13 istituti e centri, nuovi cicli di studi e 620 dipendenti, membro della direzione scolastica), dal 2014 M. Hirayama è anche responsabile dell’unità Internazionale presso l’Università di scienze applicate di Zurigo (ZHAW, Zürcher Hochschule für angewandte Wissenschaften).

Martina Hirayama ha studiato chimica all’Università di Friburgo, all’Imperial College London e al Politecnico di Zurigo («Dr. sc. techn. ETH»), conseguendo poi in quest’ultimo istituto un post-diploma in gestione aziendale. Dopo il dottorato, a partire dal 1995 ha lavorato come capogruppo presso l’Istituto dei polimeri del Politecnico di Zurigo. In quel periodo è stata inoltre cofondatrice e fino al 2008 CEO di una start-up attiva nel campo delle nuove tecnologie di rivestimento. Nel 2003 è passata alla Zürcher Hochschule Winterthur come docente di chimica industriale, dove ha sviluppato il settore Materiali polimeri e ottenuto il titolo di Professoressa ZFH. Tra il 2007 e il 2010 ha fondato l’Institute of Materials and Process Engineering (IMPE). Martina Hirayama ha la doppia cittadinanza: svizzera e tedesca.

Forte di questo vasto bagaglio di esperienze nel mondo della ricerca, dell’insegnamento, dell’imprenditoria, del management e dell’amministrazione, Martina Hirayama possiede i migliori requisiti per dirigere la SEFRI, non da ultimo perché vanta un percorso eccezionale sul crinale tra scienza ed economia. Il Consiglio federale ha quindi nominato una personalità dotata di spirito d’iniziativa e creatività, al beneficio di una fitta rete di contatti nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione, ma anche negli ambiti della politica, dell’amministrazione e dell’economia.

Martina Hirayama ricopre dunque idealmente il profilo di alto livello richiesto dalla funzione di direttrice della SEFRI. Nell’era della trasformazione digitale, la Segreteria di Stato svolge un ruolo cardine affinché l’eccellente sistema svizzero ERI sia pronto ad affrontare il futuro. In collaborazione con la Confederazione, i Cantoni, le organizzazioni del mondo del lavoro (oml) e altri operatori bisognerà continuare a rafforzare i due pilastri del sistema – formazione professionale e formazione accademica – per mantenere la Svizzera ai vertici della classifica mondiale quale polo di ricerca e innovazione.

Il bando di concorso è stato pubblicato per un mese. La procedura di selezione è stata affidata a una commissione guidata dal Segretario generale del DEFR Stefan Brupbacher. Sono pervenute complessivamente 48 candidature provenienti da tutte le regioni linguistiche del Paese, 10 delle quali femminili. La commissione ha svolto una selezione a più livelli, comprendente anche un assessment esterno, e ha raccomandato una rosa di candidati al consigliere federale Johann Schneider-Ammann. Il capo del DEFR, dopo i colloqui con questi candidati, ha proposto al Consiglio federale di nominare Martina Hirayama.

Il Consiglio federale esprime già ora la propria gratitudine al Segretario di Stato in carica Mauro Dell’Ambrogio per il suo operato a favore del sistema ERI svizzero. Con grande talento e immenso impegno ha saputo orchestrare con successo la fusione tra l’ex Segreteria di Stato per l’educazione e la ricerca (SER) e l’Ufficio federale della formazione professionale e della tecnologia (UFFT), trasformandole nell’odierna SEFRI.


Indirizzo cui rivolgere domande

Noé Blancpain,
capo Comunicazione DEFR,
tel. 058 462 20 07,
noe.blancpain@gs-wbf.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-71466.html