Comitato per i diritti del fanciullo dell’ONU: eletto lo svizzero Philip D. Jaffé

Berna, 29.06.2018 - Gli Stati parte alla Convenzione dell’ONU sui diritti del fanciullo hanno eletto oggi il professor Philip D. Jaffé nel Comitato per i diritti del fanciullo. L’esperto di psicologia è il secondo cittadino svizzero a far parte di quest’organo.

Il Comitato per i diritti del fanciullo (Committee on the Rights of the Child, CRC), composto di 18 membri, vigila sull’applicazione della Convenzione dell’ONU sui diritti del fanciullo –garante dei diritti umani dei bambini e degli adolescenti fino a 18 anni – e dei relativi protocolli facoltativi. I 196 Stati che vi hanno aderito si impegnano a fare il possibile affinché questi diritti siano rispettati sul loro territorio e presentano regolarmente al CRC rapporti sui progressi compiuti.

Direttore e cofondatore del Centre interfacultaire en Droits de l’enfant e professore alla Facoltà di psicologia e scienze dell’educazione dell’Università di Ginevra, Philip D. Jaffé è un esperto nell’ambito dei diritti dei bambini. Il suo background multiculturale e le sue conoscenze interdisciplinari in ambito psicosociale rappresentano un punto di forza per il CRC.

Il 2019, anno in cui inizierà il mandato del professor Jaffé presso il CRC, coincide con il 30° anniversario della Convenzione adottata dall’Assemblea generale dell’ONU nel 1989 e ratificata dalla Svizzera nel 1997. Philip D. Jaffé sarà il secondo cittadino svizzero a far parte di quest’organo, dopo Jean Zermatten (2005-2013). Questo nuovo mandato riflette l’impegno della Svizzera nel campo dei diritti umani. Il CRC si riunisce tre volte l’anno a Ginevra.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione DFAE
Palazzo federale ovest
CH-3003 Berna
Tel.: +41 58 462 31 53
E-Mail: kommunikation@eda.admin.ch
Twitter: @EDA_DFAE



Pubblicato da

Dipartimento federale degli affari esteri
https://www.eda.admin.ch/eda/it/dfae.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-71390.html