Il Consiglio federale conferma il suo impegno a favore del miglioramento dell'efficienza energetica nel settore pubblico

Berna, 27.06.2018 - Nella seduta del 27 giugno 2018, il Consiglio federale ha deciso di confermare il suo impegno a favore dell'iniziativa «La Confederazione: energia esemplare» (CEES) tra il 2021 e il 2030. L'iniziativa, che ha visto la luce a fine 2014, è condivisa da organizzazioni e imprese del settore pubblico, che perseguono lo stesso obiettivo, ovvero l'aumento della propria efficienza energetica del 25 per cento (rispetto all'anno di base 2006) entro fine 2020. L'attuazione delle misure necessarie si sta svolgendo con successo: in media, i partner CEES hanno già aumentato la loro efficienza energetica di circa il 27 per cento.

L'Amministrazione federale, il Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), le imprese parastatali e il settore dei PF sono responsabili di circa il 2 per cento del consumo complessivo di energia in Svizzera. La costituzione del gruppo «La Confederazione: energia esemplare» e la sottoscrizione di una dichiarazione d'intenti comune a novembre 2014 indicano la volontà di assumere una posizione di apripista in materia di efficienza energetica. Prendendo il 2006 come anno di riferimento, entro il 2020 gli attori coinvolti intendono raggiungere un aumento dell'efficienza energetica del 25 per cento. A questo scopo sono state definite 39 misure comuni che devono essere attuate all'80% entro il 2020. Con l'Aeroporto di Ginevra (membro dal 2017), i Services Industriels de Genève (SIG) e la Suva (entrambi membri dal 2018), hanno aderito all'iniziativa ulteriori partner. Sono inoltre in corso trattative con altri enti a livello nazionale e cantonale. Entro fine 2016, i partecipanti hanno potuto migliorare la loro efficienza energetica di una media del 27 per cento e attuare il 72 per cento delle misure previste.

Il Consiglio federale incarica ora l'Amministrazione federale civile e il DDPS di avviare un'ulteriore collaborazione per la seconda fase dell'iniziativa, dal 2021 al 2030. Gli altri attori della rete CEES (Ferrovie federali svizzere, Posta Svizzera, Swisscom, assicurazioni infortuni svizzere, Ginevra Aeroporto, Services Industriels de Genève, Skyguide, Consiglio dei Politecnici federali) possono decidere entro fine 2019 se confermare la loro adesione all'iniziativa CEES per il periodo dal 2021 al 2030.


Indirizzo cui rivolgere domande

Marianne Zünd, responsabile comunicazione UFE
tel. +41 58 462 56 75, marianne.zuend@bfe.admin.ch



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Segreteria generale DATEC
https://www.uvek.admin.ch/uvek/it/home.html

Ufficio federale dell'energia
http://www.bfe.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-71336.html