Lex Koller: dopo la consultazione il Consiglio federale rinuncia alla revisione

Berna, 20.06.2018 - Il Consiglio federale rinuncia alla revisione della Lex Koller ovvero della legge federale sull'acquisto di fondi da parte di persone all'estero. Questo è quanto ha deciso in occasione della sua seduta del 20 giugno 2018. Trae quindi le conseguenze dalla procedura di consultazione da cui emerge che una vasta maggioranza ha respinto la revisione.

La maggioranza dei Cantoni, dei partiti e delle organizzazioni interessate respinge sia le modifiche proposte sia l'ampliamento degli obblighi in materia di autorizzazione per l'acquisto di stabilimenti d'impresa e di società operanti nel settore degli immobili abitativi, posto in discussione dal Consiglio federale, poiché non ravvisa alcuna necessità d'intervento. Il Consiglio federale rinuncia pertanto alla revisione.

La Lex Koller era entrata in vigore nel 1985 per limitare l'acquisto di fondi da parte di persone all'estero. Con il progetto di revisione il Consiglio federale intendeva tra l'altro attuare un postulato parlamentare (11.3200 Hodgers) e al contempo adeguare la legge alla situazione odierna per colmare varie lacune, migliorare l'esecuzione e diminuire l'onere amministrativo delle autorità.

Nel quadro di due postulati (18.3233 Stöckli e 18.3376 Bischof), si prevede di esaminare se l'acquisto di quote di società svizzere da parte di persone all'estero dovrà in futuro essere sottoposto a determinati controlli.


Indirizzo cui rivolgere domande

Rahel Müller, Ufficio federale di giustizia, T +41 58 465 00 79



Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Dipartimento federale di giustizia e polizia
http://www.ejpd.admin.ch

Ufficio federale di giustizia
http://www.bj.admin.ch

Ultima modifica 05.01.2016

Inizio pagina

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-71200.html