Cinque anni di Progetto territoriale Svizzera, punto di riferimento per lo sviluppo del territorio

Ittigen, 14.06.2018 - Il Progetto territoriale Svizzera illustra come predisporre infrastrutture efficienti, come permettere la densificazione nei paesi e nei quartieri senza comprometterne la qualità di vita e come preservare i paesaggi rurali e le risorse naturali. Da cinque anni il Progetto territoriale Svizzera rappresenta il punto di riferimento per Confederazione, Cantoni, città e Comuni per la pianificazione del territorio. Il Progetto ha già contribuito a dare il via a importanti attività. Alle celebrazioni tenutesi il 14 giugno 2018 per festeggiare i suoi primi cinque anni, i rappresentanti della politica, dell'amministrazione, del mondo scientifico e professionale hanno rivolto lo sguardo sia ai traguardi raggiunti sia al futuro ancora da venire.

Il Progetto territoriale Svizzera è divenuto un punto di riferimento ben saldo per la pianificazione territoriale svizzera. Anche dopo cinque anni i suoi obiettivi e le sue strategie rappresentano ancora un riferimento valido per uno sviluppo territoriale sostenibile. Per tale ragione è importante che continui a essere preso in considerazione per il maggior numero possibile di pianificazioni, sia che si tratti della pianificazione dei trasporti della Confederazione, dei piani direttori cantonali o delle strategie energetiche comunali. Il Progetto territoriale, elaborato su base tripartita, ha inoltre prodotto uno scambio intenso tra i differenti livelli dello Stato. Sono queste le conclusioni a cui sono giunti i partner del Progetto territoriale – l'Associazione dei comuni svizzeri (ACS), l'Unione delle città svizzere (UCS), la Conferenza dei governi cantonali (CdC), la Conferenza svizzera dei direttori delle pubbliche costruzioni, della pianificazione del territorio e dell'ambiente (DCPA) e il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) – nel loro rapporto sullo stadio di applicazione del Progetto territoriale Svizzera. Il rapporto si riferisce ai primi cinque anni del Progetto appena trascorsi.

Alla manifestazione del 14 giungno 2018 per le celebrazioni del quinto anno del Progetto territoriale Svizzera i suoi partner hanno discusso insieme ai rappresentanti delle autorità e a esperti del mondo scientifico e professionale sui prossimi temi principali. Tra di essi figurano la coesione nazionale, i rapporti tra città e campagna, il problema di come rendere compatibili gli obiettivi dello sviluppo territoriale con quelli della Strategia energetica nonché l’importanza delle singole visioni per dare supporto allo sviluppo territoriale a venire.

I partner del Progetto territoriale sono convinti che questo partenariato tripartito continuerà a essere fondamentale per affrontare i compiti che li aspettano. Anche in futuro, infatti, riuscire a modellare il territorio svizzero in modo sostenibile e solidale rimarrà una grossa sfida. La Svizzera è influenzata sempre di più dagli sviluppi globali, quali la digitalizzazione, la svolta energetica e i cambiamenti climatici. Inoltre, la popolazione cresce e il traffico è in continuo aumento. I centri urbani continuano ad attirare imprese e forza lavoro, mentre le regioni periferiche fanno talvolta fatica a trovare nuovi imprenditori interessati a stabilirvi le proprie aziende. Il Progetto territoriale, elaborato su base tripartita, mostra ancora oggi alla Svizzera come affrontare queste sfide.

Pubblicazione: Tendenze e sfide 
Secondo le previsioni nel 2045 la Svizzera conterà più di dieci milioni di abitanti, di cui oltre un quarto avrà superato i 65 anni di età – oggi sono quasi un quinto. Già solo questi sviluppi aprono numerosi interrogativi: come dovranno essere costruite le città, quali forme di mobilità saranno richieste e come potranno essere preservati terreni coltivi produttivi ed ecologicamente variegati? A queste e altre domande è dedicato il rapporto Tendenze e sfide. In esso vengono illustrate alcune sfide centrali di uno sviluppo territoriale sostenibile.


Indirizzo cui rivolgere domande

Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE
+41 58 462 40 60
info@are.admin.ch
https://twitter.com/AREschweiz



Pubblicato da

Ufficio federale dello sviluppo territoriale
https://www.are.admin.ch/are/it/home.html

https://www.admin.ch/content/gov/it/pagina-iniziale/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-71123.html